La legge dell’amore esiste: ognuno ha un suo tipo. Come scoprirlo

Le relazioni di coppia sono regolate da meccanismi ripetitivi nella scelta dei partner. A dirlo è uno studio canadese.

L’amore? No, non è solo irrazionalità, palpitazioni e colpi di fulmine! Dietro alla formazione delle coppie ci sono schemi ben precisi che la scienza è riuscita a individuare.

Degno di nota in merito è un recente studio pubblicato sulle pagine della rivista Proceedings of the National Academy of Sciences e condotto da un team di specialisti attivo presso la University of Toronto. Questi studiosi, hanno analizzato un campione di persone tra il 2008 e il 2017, raccogliendo anche informazioni in merito alla loro vita sentimentale.

Studiando i questionari compilati, è stato possibile notare un fatto molto interessante. Quale di preciso? Tra i partner di una medesima persona – nell’ambito del campione e nel corso dei nove anni dello studio tutti gli individui hanno avuto almeno due relazioni diverse – esistono delle caratteristiche comuni dal punto di vista della personalità.

Questo dato, che smentisce quella che risulterebbe una visione più logica (ossia chiudere con persone aventi un determinato carattere dopo essersi “scottati” e aver vissuto il naufragio di una relazione) ha permesso agli studiosi di arrivare a una conclusione a dir poco importante e di capire che, mediamente, ognuno di noi ha un proprio “tipo”, almeno per quanto riguarda il carattere e la personalità.

Secondo gli esperti che hanno condotto lo studio (e che non sanno ancora spiegare il motivo di quanto scoperto), i risultati raggiunti rappresentano un punto di partenza rilevante per capire se un determinato rapporto è destinato o meno a durare.

In merito all’utilità di studi come questo non manca, però, lo scetticismo. C’è infatti chi li guarda con perplessità considerando la scelta di partner con personalità tra loro simili come la semplice ripetizione di un errore.

I ricercatori che hanno condotto lo studio canadese hanno invece precisato che i dati della ricerca possono arrivare a favorire la qualità delle relazioni future.

Secondo il loro punto di vista, incontrare una persona con delle forti contiguità caratteriali con il proprio ex partner può risultare positivo e, per esempio, permettere di sfruttare quanto imparato nella relazione precedente per vivere al meglio quelle nuove.

In poche parole, si tratta di uno schema che ricorda perfettamente il noto e ripetutissimo proverbio “Sbagliando si impara”!

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La legge dell’amore esiste: ognuno ha un suo tipo. Come sco...