Le (cattive) abitudini delle coppie a letto: la routine smorza il romanticismo

Niente bacio della buonanotte e letti separati: ecco come le coppie di oggi vivono le ore di sonno

Spalle al partner e niente bacio della buonanotte. Queste la abitudini a letto di gran parte degli amanti dei nostri tempi. E’ quanto emerge da uno studio recentemente condotto dalla catena di alberghi Travelodge sulle abitudini degli amanti a letto.
Ma non basta: un quarto degli intervistati ha dichiarato di non sopportare di essere toccato dal proprio partner mentre dorme e il 54% gira  volutamente le spalle al partner per dormire meglio.
Inutile aggiungere he il 90% degli amanti non dice le paroline magiche “ti amo” prima si spegnere la luce, mentre l’80% non si dà nemmeno il bacio della buonanotte.
Sempre dallo stesso studio emerge che le posizioni più comuni fra gli amanti sono quelle in cui non sono rivolti l’uno verso l’altro. La psicologa delle relazioni Corrine Sweet ha cercato di capire cosa le posizioni degli amanti a letto dicono della loro relazione. Durante il sonno, infatti, la posizione del corpo è involontaria e quindi dice molto sullo stato d’animo della persona.
A quanto pare, la posizione più diffusa per le coppie è quella fetale, ma non “a cucchiaio” come dovrebbe essere fra due amanti, bensì schiena a schiena. La posizione in cui l’uomo è sdraiato supino e la donna appoggia teneramente il viso al suo petto è ormai quasi leggenda, tanto che viene addirittura definita “eroica” nel nome atrribuitole: “heroic, romantic movie scene sleeping position”. Nella vita di tutti i giorni, soltanto un risicato uno per cento degli intervistati dorme effettivamente in questa posizione, divenuta ormai “da sogno”.
Secondo la Sweet, con l’andar del tempo l’entusiasmo iniziale lascia spazio all’abitudine e con essa alle preferenze personali di ognuno per dormire meglio.
Ma non è finita, ricerche più approfondite hanno rivelato che c’è una tendenza a dormire separati: una coppia su dieci ammette di dormire separatamente per poter avere un sonno migliore. Addirittura uun quarto delle coppie fra i 35 e i 44 anni dorme in letti separati. Di quelli che dormono insieme, una coppia su quattro litiga spesso a letto perché l’uno accusa l’altro di tenerlo sveglio.
Di contro, la ricerca rivela che più di metà di noi pensa che la propria vita sessuale migliorerebbe se ci si coccolasse di più. Questo vale soprattuto per gli uomini: il 67% vorrebbe più coccole dalla propria partner e tre su dieci si offendon se la loro partner non li coccola a letto.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Le (cattive) abitudini delle coppie a letto: la routine smorza il&nbsp...