Infezioni sessuali: un milione di nuovi casi al giorno. Quali sono e come difendersi

I dati dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, oggettivamente allarmanti, parlano di 376 milioni di nuovi casi ogni anno

La fascia di età più colpita è quella tra i 15 e i 49 anni e i numeri sono molto alti, con più di un milione di nuovi casi ogni giorno. Si tratta del quadro, oggettivamente negativo, delle infezioni sessuali nel mondo.

I dati in merito, sono stati diffusi dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e riguardano in particolare quattro tipologie di infezioni: clamidia, sifilide, gonorrea e tricomoniasi.

I numeri relativi alle infezioni sessuali nel mondo sono stati riportati e commentati sulle pagine del bollettino ufficiale dell’OMS, mettendo in primo piano una prevalenza dei casi di clamidia (dati dell’anno 2016). Il rapporto in questione non ha però preso in considerazione le stime relative ad HIV e papilloma virus.

Secondo gli esperti, il quadro appena descritto è a dir poco allarmante e pone in evidenza la necessità di garantire a tutti, l’accesso ai metodi preventivi e alle cure in caso di insorgenza delle patologie infettive. Si tratta di obiettivi importanti; le infezioni sessuali hanno, infatti, un impatto non indifferente sulla salute, indipendentemente dall’età. Se non vengono trattate e debellate, possono infatti causare problemi molto seri, dall’infertilità ai disturbi cardiovascolari.

Per difendersi e prevenire è essenziale focalizzarsi su pratiche sessuali sicure, che comprendono innanzitutto l’uso del preservativo. Fondamentale è pure l’attenzione agli screening relativi a sifilide e HIV, che devono riguardare anche le donne in gravidanza. Basilare è l’educazione sessuale, spesso poco approfondita per motivi di pudore. Le conseguenze di tutto questo sono serie, in quanto comportano poca conoscenza da parte degli adulti, che dovrebbero fornire ai più giovani le indicazioni corrette, in merito alla prevenzione dell’HIV e delle infezioni sessuali.

Un’adeguata educazione sessuale è decisiva anche per interpretare i segnali che il corpo lancia in caso di IST e che vanno dal bruciore genitale, fino alle secrezioni maleodoranti e all’insorgenza di verruche nelle parti intime. In merito alle cure, va ricordata l’importanza di trattare le infezioni sessualmente trasmesse in maniera tempestiva e con le giuste terapie farmacologiche. Nella maggior parte dei casi, i presidi utili in merito sono facilmente accessibili anche se, recentemente, si è palesata una carenza globale di benzilpenicilllina, un farmaco fondamentale per il trattamento della sifilide.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Infezioni sessuali: un milione di nuovi casi al giorno. Quali sono e c...