Il sesso per procreare scomparirà tra 20 anni: la profezia

Il sesso e la procreazione scompariranno tra 20 anni, lo afferma nel suo libro il professore Henry Greely che basa la sua teoria su nuovi metodi innovativi

Sesso e procreazione: nel futuro non sarà più necessario l’atto sessuale per mettere al mondo i figli. Il concepimento avverrà infatti in laboratorio con tecniche molto più rivoluzionarie rispetto a quelle odierne. Si tratta di una supposizione di Henry Greely, direttore del centro di bioscienze della Stanford University, nonché autore del libro “The End of Sex and the Future of Human Reproduction”, dove annuncia un’ipotetica “fine dell’atto sessuale” negli anni a venire. La riproduzione quindi, diverrà una vera e propria funzione inutile, che sfocerà in metodi molto più meccanici.

Il professor Henry dichiara al Times che tra 20/40 anni le coppie che vorranno avere un figlio dovranno agire in modo diverso. La donna donerà infatti un pezzo della propria pelle e riceverà lo sperma dell’uomo. Precisamente, tale pelle è necessaria per la formazione di cellule staminali che consentiranno di creare una selezione di embrioni. Verranno poi sottoposte ad un esame per rilevare il rischio di malattie e comprenderanno 4 categorie. La prima determinerà la presenza di malattie gravi, la seconda eventuali patologie secondarie, la terza stabilirà tutti i dettagli sull’aspetto fisico, come il colore dei capelli e degli occhi ed infine, la quarta farà riferimento alla natura comportamentale.

Greely precisa che per quanto riguarda l’ultima categoria non si potranno avere tutte le certezze. Affermare con sicurezza che il nascituro sarà intelligente potrebbe essere un’ipotesi azzardata, ma non esclude che possa avverarsi in futuro. Il sesso e la procreazione passeranno dunque in secondo piano, poiché i genitori avranno la possibilità di delineare il loro bambino nel vero senso della parola, disegnandone i tratti sia fisici che comportamentali. Una previsione di cui lo studioso è più che convinto, anche se la scienza per ora è ancora molto lontana da tutto questo.

E’ anche vero che per raggiungere questo traguardo, gli scienziati dovranno ancora fare numerosi passi avanti in tanti ambiti, ma il professor Greely dichiara che la sua previsione è più che verosimile. Se tale teoria dovesse andare in porto, bisogna inoltre considerarne tutti i vantaggi ed i privilegi che si riveleranno utili ad ogni coppia che vorrà mettere al mondo un bambino. Si potrà scegliere infatti di generare dei figli con lo stesso codice genetico dei genitori. In tal caso, il sesso e la procreazione subiranno una vera e propria rivoluzione: oltre al piacere connesso, saranno completamente tutelati.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il sesso per procreare scomparirà tra 20 anni: la profezia