I 5 tabù (incrollabili) sul sesso

Sfatiamo 5 tabù ancora incrollabili sul sesso, per vivere una sessualità serena e libera da preconcetti.

Anita Richeldi

Anita Richeldi Sensual Coach

La società in cui viviamo ha fatto passi da gigante nell’ambito della sessualità – e per fortuna, altrimenti non sarei qui a dispensarvi consigli.

Fino a pochi anni fa si parlava poco di sesso, soprattutto tra donne, cresciute fin da bambine nella pressoché totale ignoranza sull’argomento. Questo clima di censura ha alimentato il divulgarsi di tabù, di cui in parte ci siamo liberati, anche grazie alle lotte femministe e, a seguire, alla letteratura e alla filmografia che vedono protagoniste donne sessualmente attive.

Tuttavia, certi preconcetti sono molto difficili da abbattere: c’è ancora molto lavoro da fare, e chi mi legge assiduamente sa che la mia missione è quella di diffondere una corretta informazione sulla sessualità, al fine di rendere le donne più libere e consapevoli.

Ispirandomi a questa filosofia ho analizzato alcuni dei tabù incrollabili sul sesso, nel tentativo di sfatare qualche luogo comune.

1 – Santa o ninfomane

Ninfomane: una donna ossessionata dal sesso come un uomo nella media.

Il giornalista e autore americano Mignon McLaughlin (1913-1983) ha sintetizzato in una frase l’eterna dicotomia tra santa e puttana. Purtroppo ancora oggi se una donna si dichiara, senza troppi giri di parole, interessata al sesso, è giudicata al pari di una ninfomane. E non la pensano così solo gli uomini, perché molto spesso sono le stesse donne a puntare il dito contro le proprie simili.

Devi sentirti libera di esternare i tuoi desideri, senza vergognarti di essere additata come una poco di buono o peggio ancora come una malata di sesso. Solo in questo modo contribuirai al cambiamento, di cui l’universo femminile ha tanto bisogno.

2 – Odore

La vagina deve sapere di vagina e non di mentolo! Ebbene sì, l’uomo, contrariamente a quanto probabilmente hai sempre pensato, gradisce l’odore naturale dei genitali femminili e disdegna i profumi artificiali.

Con questo non ti sto dicendo di non lavarti – sia chiaro! -, bensì di non eccedere con detergenti intimi, soprattutto prima di un incontro sessuale.

3 – Piedi

Le donne in genere sono molto pudiche quando si tratta di questa parte del corpo, generalmente considerata come sporca e quindi non degna di particolari attenzioni. In realtà, i piedi sono molto sensibili e ricettivi a carezze e baci, al punto da poter essere etichettati come una vera e propria zona erogena.

Questi possono essere stimolati durante un rapporto sessuale e servire addirittura come strumento per un preliminare dal successo garantito, noto come footjob, un’arte poco praticata ma particolarmente apprezzata dai maschietti.

Se lui si avvicina alle tue estremità, non allontanarlo, ma prova a lasciarti andare, facendoti trasportare dalle sensazioni piacevoli che sicuramente ne ricaverai.

4 – Stimolazione anale maschile

L’ano, dotato di molte terminazioni nervose, è da considerarsi in tutto e per tutto una zona erogena. Se adeguatamente stimolato, infatti, procura un piacere molto intenso.

Se la penetrazione anale femminile ormai è pressoché sdoganata, quella maschile è ancora considerata ad esclusivo appannaggio della comunità gay. Sono pochi gli uomini che permettono alla propria compagna di giocare con il proprio lato B, con dita o con sex toys, come lo strapon, una cintura dotata di fallo per simulare un vero e proprio rapporto.

Prova a giocare con il buchetto del partner, partendo da carezze e baci, senza escludere la lingua, fino a inserire un dito: un’esperienza nuova che andrebbe ad arricchire la routine sessuale di coppia.

5 – Sesso durante le mestruazioni

Il sesso durante le mestruazioni per molte donne – più che per i maschietti – è ancora un tabù. Si ritiene comunemente sia un comportamento nocivo per la salute ma, a meno che non siano presenti infezioni o dolori addominali, la penetrazione in quei giorni non è rischiosa.

Tuttavia, ti consiglio di utilizzare sempre il preservativo, per evitare il contagio da malattie sessualmente trasmissibili, più facilmente veicolabili attraverso il sangue.

Se il tuo problema è il disagio provocato dalle perdite ematiche, tieni a portata di mano un asciugamano o meglio ancora scegli la doccia come location per consumare il rapporto in quei giorni.

 

Se vuoi dire la tua su questo o altri argomenti, iscriviti subito al nostro gruppo A proposito di sesso? Qui potrai condividere le tue esperienze, fare domande pubblicamente o privatamente alla tua Sensual Coach e ricevere tante informazioni utili.

Anita Richeldi

Anita Richeldi Sensual Coach Anita Richeldi, pioniera dell'informazione su web, nasce come blogger nel 2008 e prosegue la sua carriera come project manager per grandi colossi del digitale. Nel 2014, torna al suo primo amore, la scrittura, fondando il blog Comemisvesto.it, una guida sensuale e di stile rivolta al mondo femminile di cui è esperta conoscitrice. Si definisce ormai una sex blogger e, a richiesta, svolge consulenze a donne, che hanno necessità di migliorare la propria autostima, risvegliare i propri sensi, migliorare l'affinità di coppia o anche solo organizzare una serata piacevole e dinamica con il proprio partner. http://www.comemisvesto.it

I 5 tabù (incrollabili) sul sesso