Demisessuale: cosa significa e come capire di essere demisessuali

Cosa significa essere demisessuali, come capire se questo termine ci riguarda e quali sono le differenze con chi si sente asessuale

Foto di Elisa Cappelli

Elisa Cappelli

Pilates Trainer, Insegnante Tai Chi e Yoga Taoista, Movimentoterapista

Laurea in Filosofia e Master in Giornalismo Internazionale LUISS. Trainer certificata CONI e FIF (Mat base e avanzato). Studia Anatomy in Motion (Gary Ward) e Qi gong.

Demisessuale: significato e origine del termine

Un individuo demisessuale riesce a sentire nel profondo attrazione fisica e sessuale solo quando nello spazio della relazione si manifestano altre condizioni: legame affettivo, senso di appartenenza, intesa romantica e sensuale. Se mancano fattori di questo genere, viene meno lo stimolo verso il sesso. I demisessuali e le demisessuali non sono affatto interessati/e a una storia da una notte e via e questo li porta anche in controtendenza rispetto alle persone che subiscono (consapevolmente o meno) la continua esposizione cui siamo sottoposti a livello mediatico e non solo. Il sesso e gli argomenti legati all’orgasmo a tutti i costi sono costantemente proposti dal social media, tv, giornali e riviste. Il sesso continua a essere un punto principale e – forse erroneamente – primario.

Registrati a DiLei per continuare a leggere questo contenuto
Bastano pochi click (ed è totalmente gratuito)