Cambiare partner, cosa migliora nelle dinamiche di coppia e nel sesso

Secondo uno studio dell'Università dell'Alberta, nelle nuove relazioni le dinamiche di coppia non cambiano più di tanto rispetto al passato

All’inizio di un nuovo rapporto sentimentale, si spera sempre che possa essere tutto diverso (e migliore) rispetto alle storie precedenti.

Secondo un recente studio condotto da un’equipe dell’Università dell’Alberta, quest’aspettativa andrebbe fortemente ridimensionata. La ricerca in questione ha coinvolto 554 persone in Germania. A un follow up di 8 anni, gli studiosi hanno notato nelle nuove relazioni delle dinamiche simili a quelle dei rapporti interrotti in passato.

Come ricordato dal Dottor Matthew Johnson, principale autore dello studio, le dinamiche relazionali mutano ma ciascuno è di volta in volta se stesso nell’ambito della coppia, motivo per cui è normale ripetere specifici schemi pur cambiando partner.

Questo studio, che è tra i primi a indagare sul lungo termine le trasformazioni delle dinamiche di coppia di partner in partner, ha monitorato la situazione dei soggetti coinvolti in quattro fasi differenti, partendo dall’anno precedente alla fine della prima relazione e arrivando all’anno successivo alla conclusione della nuova. I ricercatori si sono concentrati su diversi indicatori di salute di un rapporto, come per esempio la frequenza dei rapporti sessuali, la fiducia nella durata della relazione, l’apprezzamento delle qualità del partner e la capacità di aprirsi con lui/lei.

Tutti i parametri appena ricordati non sono cambiati da una relazione all’altra, fatta eccezione per la frequenza dei rapporti sessuali e per l’apprezzamento per il partner. Come ricordato sempre dal Dottor Johnson, si tratta di aspetti che dipendono dal comportamento e dalla natura dell’altra persona, motivo per cui è normale avere a che fare con dei cambiamenti rispetto al passato.

I ricercatori dell’Università dell’Alberta hanno notato un altro dato interessante, ossia il fatto che il livello di soddisfazione sessuale tende a cambiare poco anche se, con la nuova relazione, aumenta la frequenza dei rapporti.

Commentando gli esiti dello studio, Johnson ha espresso un parere positivo sul fatto che, in generale, le persone tendano a rimanere fedeli a loro stesse nelle dinamiche relazionali (ha citato anche il rovescio della medaglia, ossia il fatto di rischiare di non imparare dai propri errori).

Ha altresì sottolineato che coloro che provano spesso emozioni negative vedono questa situazione peggiorare nelle nuove relazioni, riportando punteggi inferiori relativi alla soddisfazione sessuale, alla frequenza dei rapporti e all’ammirazione nei confronti del partner.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cambiare partner, cosa migliora nelle dinamiche di coppia e nel s...