Calo del desiderio, riaccendere la passione con la connessione erotica

Molto utili al proposito sono le carezze, non per forza sul corpo nudo del partner, ma anche le frasi piccanti e gli sguardi

La sessualità di coppia è qualcosa di tanto bello quanto complesso. Per viverla all’insegna della qualità è necessario farsi trovare pronti a fronteggiare i momenti di calo del desiderio. Come ricordato dal Dottor Barry W. McCarthy, esperto di sessuologia e professore di psicologia presso l’American University, il segreto per superare queste situazioni è la connessione erotica.

Cosa si intende con questa espressione? Qualcosa che va ben oltre il rapporto sessuale. Parlare di connessione erotica vuol dire chiamare in causa quei piccoli dettagli del legame che permettono al desiderio tra due persone di rimanere vivo e di bruciare.

Sempre secondo Barry W. McCarthy, le coppie che vogliono evitare problemi relativi al calo di desiderio dovrebbero prendere in considerazione anche la qualità dei rapporti. A suo dire, fare l’amore una volta alla settimana non è sufficiente. Questo non vuol certo dire mettere in secondo piano la qualità. Per fare in modo che sia in perfetto equilibrio con la quantità, secondo le teorie di McCarthy è necessario concentrarsi sulla connessione erotica. Ciò implica, per esempio, il fatto di mettere un po’ di pepe nelle situazioni quotidiane apparentemente normali.

Un altro caposaldo dei suoi consigli alle coppie che vogliono riaccendere la fiamma del desiderio è quello dei contatti inesigenti, parte integrante della connessione erotica appena citata. In cosa consistono di preciso? Quando li si nomina, si inquadrano dei contatti fisici tra i partner che non devono per forza culminare in un rapporto completo. Si tratta però di dettagli importantissimi, grazie ai quali si ha modo di trovare/ritrovare la dimensione ludica dell’eros, ossia la più naturale e bella.

Un esempio di contatto inesigente è quello della carezza. Quando si chiama in causa questi gesti, si può parlare di sfioramenti sulla pelle nuda, ma anche di piccoli tocchi sui vestiti mentre ci si trova in mezzo alla folla cittadina (e non si ha sempre la possibilità, di lì a breve, di lasciarsi andare alla passione).

Con le carezze si ha però modo di far emergere quella tensione erotica che è fondamentale in ogni coppia. Per rendere il tutto ancora più intrigante McCarthy consiglia di dare spazio alle cosiddette anticipazioni positive, ossia i momenti che precedono la performance hot vera e propria e che aiutano la fiamma del desiderio a crescere. In questo caso è possibile prendere in considerazione pratiche come il sexting, ma anche le già citate carezze.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Calo del desiderio, riaccendere la passione con la connessione erotica