Il sesso non va più di moda. Asessualità, fenomeno in ascesa

Il sesso non va più di moda. Dopo anni e anni di sovraesposizione mediatica, di chat e siti per incontri, di appuntamenti con semisconosciuti o la moda degli amici di letto, con cui fare solo sesso, la tendenza sembra essersi improvvisamente invertita.

Pare infatti che, soprattutto sul web, vada di moda l’asessualità. Ovvero, chat di incontri, sì, ma senza avere come finalità il sesso. Spesso in questi siti specializzati non si arriva nemmeno mai a conoscersi personalmente e questo sembra un sollievo per chi li frequenta.

Gli asessuali si autodefiniscono così: "Un asessuale è una persona che non prova interesse per il sesso.In pratica, non prova attrazione sessuale. Contrariamente all’astensione, che è una scelta personale, l’asessualità è parte integrante di ciò che siamo. Essere asessuali non peggiora né migliora le nostre vite, ma fa sì che si affrontino situazioni e problemi diversi da quelle normalmente affronati dalle persone ‘sessuali’. C’è una grande diversità all’interno della comunità asessuale: ogni persona sperimenta relazioni, attrazione ed eccitazione in modi differenti".

Sarà anche che alcune donne sono stanche, disilluse, non si fidano più degli uomini e quindi tentano di stabilire relazioni serie e durature eliminando il sesso dalla loro vita. La certezza di incappare in uomini che non hanno il solito chiodo fisso in testa, le rassicura sulla loro serietà; ma non solo: pare che il sesso per queste donne sia un concetto obsoleto, superato, vecchio, disgustoso. In una parola il sesso è out.

La loro non è una scelta ideologica: non dipende da una motivazione religiosa, non si parla di sensi di colpa o moralismi vari; è una vera scelta fisica e soprattutto mentale, una rinuncia che ha il sapore della libertà e dell’orgoglio, almeno stando a quel che dicono le ascete convinte.

Blog, chat e siti appositi, dove cercare partner al limite del romanticismo: l’unica regola è non essere interessati al sesso; ci si cerca, ci si conosce, si parla e poi ci si incontra ma senza secondi fini. L’unico scopo è raggiungere la pace e l’equilibrio, scacciare la solitudine, conquistare delle certezze.

Si cercano momenti magici e scambi intellettuali gratuiti, si sfugge all’imperativo talvolta noioso e soffocante, del godimento. Il cervello è tutto, le emozioni restano, il corpo non conta. Queste donne vogliono relazioni pulite, chiacchiere, sostegno reciproco, amore, ma niente sesso; gridano a squarciagola l’orgoglio della loro scelta su siti come Aven, Asexual, Visibility and Education Network.

Loro però, i disinteressati del sesso, dicono di avere un’identità piuttosto definita: “La maggior parte delle persone qui ad Aven è stata asessuale per tutta la vita. Così come alcune persone raramente da etero diventeranno gay, gli asessuali raramente diventeranno sessuali o viceversa. Un’altra piccola minoranza di persone riterrà se stessa asessuale per un breve periodo di tempo durante il quale esplorare e interrogare la propria sessualità.” Insomma, il sesso e il corpo possono essere percepiti in maniera così diversa e radicale da arrivare anche a non destare alcun interesse nella mente di una persona.

Il sesso non va più di moda. Asessualità, fenomeno in ascesa