Anche i casual lover hanno il loro San Valentino

Si chiama Virtual Love Day. E tutti gli amanti che si incontrano sul web festeggeranno il successo dell'amore mordi e fuggi

Anche i casual lover hanno il loro San Valentino. Si chiama Virtual Love Day, si festeggia il 24 luglio, mese decisamente più caldo del gelido febbraio: si tratta della prima giornata dedicata agli appassionati di dating online, durante la quale celebrare l’amore mordi e fuggi, ma non solo. Sono tantissime le persone che utilizzano il web per trovare l’anima gemella, un partner e soprattutto un incontro hot senza complicazioni. Un fenomeno che in Italia è esploso proprio nel corso dell’ultimo anno grazie a C-Date, sito di “incontri senza compromessi”, e il Virtual Love Day sarà la prima occasione per tutti i casual lover di fare coming out ed esprimere la propria passione per gli incontri senza compromessi.
Di certo, a festeggiare il 24 luglio sono veramente in tanti. Basta pensare che digitando l’espressione “siti di incontri” sul web si ottengono ben 1.470.000 risultati e, tra questi, non si fa solo riferimento ai portali per trovare l’anima gemella. Si passa dalle moderne agenzie matrimoniali agli appuntamenti al buio, dagli speed date ai siti per organizzare viaggi per single fino ad arrivare ai siti di dating online, deicati agli incontri mordi e fuggi, graditi da oltre un milione di Italiani.
Ma sono davvero così tanti gli amanti del casual dating? I numeri parlano chiaro: in Italia questo settore ha fatturato in totale 43,9 milioni di euro, ha sviluppato una crescita dell’8% tra il 2010 e il 2011, e ha raggiunto circa 2,7 milioni di iscritti attraverso i servizi offerti da più di un centinaio di siti dedicati. Secondo i dati di una recente ricerca condotta da Trend Research a livello europeo, a tre quarti delle italiane under 35 (75%) piacciono gli incontri “senza compromessi” (mentre tra le over 35 piacciono al 67%).
Il 24 luglio è quindi l’occasione giusta per tutti i libertini 2.0 per festeggiare senza falsi pudori la loro passione per i cosiddetti friend with benefits“, quelli che a casa nostra si definiscono “amici di letto“. Quanti saranno ad approfittare di questa ricorrenza per organizzare un incontro casuale? Secondo i dati forniti da C-Date, oltre il 72% dei suoi iscritti dichiara di aver intenzione di celebrarla.
Single, per vocazione o di ritorno, ma anche sposati o super fidanzati che non hanno intenzione di mettere a rischio la relazione principale con amanti ufficiali: i casual lover hanno un’età compresa tra i 25 e i 45 anni. Tra i frequentatori di C-Date, maschi e femminine, sin dall’inizio ha prevalso la “categoria degli impegnati”: persone sposate (39%) o legate sentimentalmente da una relazione stabile (35%), in netta maggioranza rispetto a una percentuale più circoscritta di single (21%). Ultimamente si sta registrando un aumento degli iscritti senza vincoli, o meglio “single di ritorno” che, per forza o per scelta, sono alla ricerca di avventure e incontri che non prevedano un impegno particolare.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Anche i casual lover hanno il loro San Valentino