Visite ginecologiche gratis per la festa della donna

In occasione dell'8 marzo l'associazione Onda lancia una campagna che consentirà a tutte le donne di effettuare visite ginecologiche gratuite in tante strutture

L’8 marzo sta per arrivare e anche quest’anno le donne potranno usufruire di alcune visite ginecologiche gratuite. La festa della donna è l’occasione non solo per celebrare il valore del femminile, ma anche per proteggerlo, grazie ad una campagna di prevenzione che coinvolgerà tutta Italia.

L’iniziativa è promossa da Onda, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna, che per festeggiare l’8 marzo 2018 ha deciso di promuovere un (H)-Open day dedicato interamente alla ginecologia. Lo scopo della giornata è quello di consentire a tante donne di prendersi cura della propria salute, per prevenire molte malattie e complicazioni, fra cui i fibromi uterini che ancora oggi sono poco conosciuti.

In tutta Italia saranno messi a disposizione servizi di prevenzione, diagnosi e cura. Ad offrirli saranno gli ospedali premiati con l’ormai celebre Bollino Rosa, il riconoscimento che ogni anno viene attribuito da Onda alle strutture che promuovono dei percorsi diagnostici-terapeutici e delle prestazioni che sono “a misura di donna”.

L’(H)-Open day promosso da Onda si avvale del patrocinio della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO). Per scoprire tutti i servizi offerti dalle strutture ospedaliere alle donne in occasione dell’8 marzo basta consultare il sito Bollino Rosa. Selezionando la Regione, la Provincia e il Comune, sarà possibile scoprire le visite ginecologiche disponibili e prenotarle gratuitamente.

Si tratta di un’occasione unica per fermarsi un attimo e pensare per la prima volta alla propria salute in modo serio e responsabile. Molto spesso le donne, alle prese con i problemi quotidiani, il lavoro, la casa e la famiglia, dimenticano di prendersi cura di se stesse.

L’(H)-Open day rappresenta l’occasione giusta per ritagliarsi qualche ora di tempo e scegliere di volersi bene, soprattutto l’8 marzo, una giornata in cui tutta la società riscoprire l’importanza “dell’altra metà del cielo”.

Quest’anno il focus è sul fibroma uterino. Si tratta di uno dei tumori femminili benigni più diffusi, tanto che oggi, secondo gli ultimi dati, ne soffrono oltre 3 milioni di italiane. Nella metà dei casi questa patologia non presenta sintomi, mentre per il restante 50% può essere invalidante, incidendo in modo negativo sulla fertilità e sulla qualità della vita. Per questo è importante conoscerlo e sottoporsi ad esami di prevenzione che consentano di individuarlo e curarlo.

Visite ginecologiche gratis per la festa della donna