Zainetto, quanto deve pesare e cosa rischia la schiena

Gli zainetti non dovrebbero mai superare il dieci per cento del peso del bambino che li porta. Come evitare i rischi per la schiena

Federico Mereta Giornalista Scientifico

Esiste la formula giusta per non sovraccaricare le spalle del bimbo con uno zainetto eccessivamente pesante? Probabilmente no, ma possiamo comunque cercare di muoverci con buon senso, tenendo presenti alcune semplici realtà scientifiche e soprattutto ricordando una cosa: il carico sulla colonna vertebrale non è correlato con l’insorgenza di scoliosi, una vera e propria patologia che non dipende dal peso degli zaini.

Occhio ai carichi

Tolto di mezzo il tema scoliosi, con la conseguente curvatura anomala della spina dorsale, non bisogna comunque dimenticare che il peso dello zainetto deve essere tenuto sotto controllo, evitando esagerazioni che possono risultare davvero controproducenti per il benessere.

Una regola generale può aiutarci, soprattutto nei più piccoli che iniziano l’avventura scolastica: gli zainetti non dovrebbero mai superare il dieci per cento del peso del bambino che li porta. Un bimbo di trenta chili, insomma, non dovrebbe avere sulle spalle più di tre chili di volumi, diari e quaderni.

Ci sono poi altri due elementi da non dimenticare. “Una volta la cartella, che pure faceva portare il peso solo da un lato, veniva spesso posata o lasciata a terra. Oggi invece gli zaini vengono posti sulle spalle all’uscita da casa e mantenuti fino a scuola, e viceversa. Ciò porta ad esporre al peso il corpo del bimbo per periodi prolungati.  Inoltre molti zainetti moderni sono molto belli ed elaborati, quindi pesano già “parecchio” a vuoto. Sarebbe importante scegliere zaini leggeri.

Il rischio del peso eccessivo, in ogni caso, non si chiama scoliosi. Ma sicuramente durante il tragitto casa-scuola e anche nel corso delle lezioni si possono assumere atteggiamenti scorretti, spinti non solo dallo stimolo ponderale ma anche da posizioni viziate sulla sedia e sul banco, può far sembrare che la schiena tenda a “piegarsi” su un lato.

Il vizio di posizione, alla lunga, può anche dare il via ad un leggero mal di schiena che va prevenuto. Lo zaino, in questo senso, è un elemento importante. Prima di tutto dovrebbe avere lo schienale rigido, per far sì che il peso non si scarichi verso il basso, e  disporre di bretelle larghe e imbottite per non creare sbucciature sulla pelle delle spalle se occorre portare molti libri. Le stesse bretelle debbono essere alla stessa altezza e consentire una perfetta adesione dello zaino alla schiena senza farlo scendere sotto il bacino. Altrimenti c’è il rischio che correndo il bimbo porti la schiena in avanti, in posizione non ottimale.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Zainetto, quanto deve pesare e cosa rischia la schiena