Visite ginecologiche gratuite fino al 15 novembre. La campagna di MioDottore

Contro il tumore al seno 60 medici in tutta Italia e un mini-sito dedicato sostengono la campagna di prevenzione dedicata alle donne

In Italia quest’anno si sono riscontrati 373.000 nuovi casi di tumore rispetto al 2017, il più frequente tra questi il tumore alla mammella con 52.800 nuovi casi negli ultimi otto mesi, in crescita rispetto all’anno precedente.

Nonostante il 63% delle donne sopravviva a cinque anni dalla diagnosi, persistono gravi casi di disomogeneità all’accesso dei programmi di diagnosi precoce e alle terapie . Questa è solo la punta dell’iceberg di numerose patologie, tipicamente femminili, che possono intercorrere se non viene attuata una precisa diagnostica preventiva e visite di routine. L’indulgenza, l’imbarazzo, la scarsa conoscenza e anche la pigrizia, a volte, possono essere altamente dannose.

Per questo all’interno del mese dedicato alla lotta al tumore al seno, MioDottore, piattaforma leader in Italia e nel mondo specializzata nella prenotazione online di visite mediche, ha deciso di contribuire con la Campagna MioDottore Solidale per la Salute della Donna che interessa tutto il territorio italiano e sui social sostiene l’hashtag #ioprevengo.

Fino al 15 novembre sarà disponibile una landing page dedicata dove poter prenotare una prima visita ginecologica gratuita in pochi clic. In maniera semplice e immediata sarà possibile consultare la lista dei professionisti con le rispettive disponibilità. Al fine di beneficiare della visita gratuita è necessario scegliere come tipo di visita “Visita prenotata attraverso la Campagna MioDottore Solidale” e inserirlo poi anche nella sezione “Motivo della Visita” presente nel form di prenotazione.

Come ha affermato Luca Puccioni, CEO di MioDottore:

Prevenire e agire con tempismo è tutto. C’è ancora troppa poca sensibilità attorno all’universo femminile a volte per disinformazione, vergogna o semplicemente paura. Dall’altro lato il nostro Paese è ricco di medici pronti ad offrire la propria consulenza, anche gratuita, pur di combattere queste remore e innescare una cultura della prevenzione che consenta di diagnosticare e combattere la malattia nelle sue prime fasi.

Visite ginecologiche gratuite fino al 15 novembre. La campagna di ...