Pressione bassa, cosa fare per evitare svenimenti

I cali di pressione spesso possono causare brutti scherzi, provocando degli svenimenti improvvisi. Ecco come prevenirli

Debolezza, stanchezza e capogiri: questi sono solo alcuni dei segnali che compaiono prima di uno svenimento legato alla pressione bassa.

A causare queste improvvise perdite di coscienza possono essere moltissimi fattori, ma il più delle volte la causa è l’ipotensione. D’estate a provocare i cali di pressione sono soprattutto il caldo e l’eccessiva umidità, d’inverno uno sbalzo di temperatura o un’alimentazione sbagliata, che comporta una dilatazione dei vasi e di conseguenza una riduzione dei livelli di pressione del sangue.

Quando la minima è sotto i 90 mmHg e la massima è inferiore a 60 mmHg, si parla di ipotensione. In questi casi si soffre spesso di giramenti di testa e debolezza, per questo è fondamentale sapere cosa fare in caso di svenimenti e come evitarli.

Per prima cosa è importante curare al meglio l’alimentazione. Chi soffre di pressione bassa infatti dovrebbe consumare alcuni alimenti specifici. Prima di tutto frutta e verdura, ricca di sali minerali e vitamine. Portate a tavola almeno 5 porzioni al giorno, integrandola anche con frutta secca come noci, mandorle e nocciole. Largo spazio ai carboidrati integrali e alle proteine magre, meglio se di origine vegetale, come i fagioli, le lenticchie e le fave.

In generale evitate di fare pasti pesanti e troppo lunghi, che potrebbero affaticare l’organismo. Sarebbe invece preferibile mangiare poco, ma spesso. Non dimenticatevi di bere almeno due litri d’acqua al giorno, portando sempre con voi una bottiglietta, per garantire al corpo la giusta idratazione. 

Se siete in giro e avete paura di svenire a causa di un calo di pressione, infilate in borsa qualche piccolo rimedio. Ad esempio un bastoncino di liquirizia pura oppure un pezzettino di zenzero, perfetti per aumentare la pressione in pochi minuti.

Soprattutto se fa caldo, evitate di bere superalcolici, limitando anche vino e birra. Nel caso in cui, nonostante tutte le precauzioni, avvertiate i primi sintomi di uno svenimento, cercate di agire tempestivamente. Se siete a casa stendetevi comodi e sollevate le gambe per consentire al sangue di defluire meglio verso il cuore, in caso contrario incrociate le gambe oppure stringete le mani all’altezza del petto. In questo modo riuscirete in qualche modo a limitare i danni del calo di pressione e ad evitare di farvi male cadendo a terra.

Pressione bassa, cosa fare per evitare svenimenti