Pressione alta, gli effetti della valeriana per abbassarla

Come contrastare l’ipertensione con rimedi naturali e senza controindicazioni

La pressione alta è uno di quei fattori da non poter mai ignorare. È necessario tenere sempre sotto controllo i propri valori, al fine di evitare spiacevoli sorprese. Se è vero che non è definibile come una causa diretta di decessi, è innegabile che sia terribilmente connessa a ictus, infarti, aneurismi e non solo. Soffrire di pressione alta equivale a correre un costante rischio.

Tanti i consigli per riuscire a tenere sotto controllo la pressione alta ma, prima di tutto, è bene sapere in che modo controllare il proprio stato di salute, procedendo a una corretta misurazione della pressione. Si consiglia di spostarsi in una parte tranquilla della casa, al fine di evitare che ingerenze esterne possano influenzare l’esito del test. Esiste inoltre una fascia oraria privilegiata per la misurazione, ovvero tra le ore 18 e le 20, prima d’aver consumato la propria cena.

Il consiglio che vi darebbe il vostro medico curante è di sdraiarsi, tenendo petto e gambe sullo stesso livello, conciliando così uno stato generale di relax dell’organismo. Tale posizione non è obbligatoria ma è decisamente sconsigliato eseguire una misurazione mentre si è in piedi. In molti inoltre effettuato una sola rilevazione, il che è un errore. Si consiglia infatti di farne almeno due, a distanza di una manciata di minuti l’una dall’altra.

La prima risulterà quasi sempre più alta (anche se di poco) delle successive. Per questo motivo, qualora se ne facessero tre, per un controllo completo, si consiglia di procedere a fare una media tra la seconda e la terza. Il braccio da utilizzare è il sinistro e i valori nella media sono tra 85 e i 135.

La medicina ha fatto enormi passi avanti sul fronte della pressione alta, è innegabile però come spesso si vada incontro a effetti collaterali fastidiosi, quali vertigini, crampi o nausea. È però possibile apportare una leggera modifica alla propria routine quotidiana, provando ad aiutare il nostro organismo a contrastare la pressione alta.

Non si tratta di una soluzione, bensì di un aiuto naturale, privo di controindicazioni. Si parla della valeriana che, se assunta regolarmente, può avere un leggero ma costante effetto sull’abbassamento della pressione sanguigna.

Si tratta di un’erba con proprietà anticoagulanti, antinfiammatorie ma soprattutto sedative. Il proprio fisico gioverà di un lieve effetto calmante, atto a regolare la pressione, contrastando lo stress percepito. Un calmante naturale, consumabile fino a 10 gocce al giorno. In certe settimane particolarmente dure, tra casa e lavoro, un infuso alla valeriana può rappresentare la soluzione ideale ai propri mali.

Pressione alta, gli effetti della valeriana per abbassarla