Malattie cardiovascolari: la sauna protegge dai rischi

Un nuovo studio promuove la sauna: questo trattamento infatti aiuta a ridurre il rischio di problemi cardiaci, allenando il cuore

La sauna protegge dalle malattie cardiovascolari, allenando il cuore proprio come l’attività fisica. Lo svela una nuova ricerca realizzata dagli esperti dell’Università della Finlandia e pubblicata sulla rivista Biomed Central. Secondo lo studio le persone che si dedicano alla sauna per almeno 30 minuti 4 volte a settimana, hanno un minore rischio di mortalità per eventi cardiovascolari.

La ricerca ha coinvolto 1700 persone con un’età media di 63 anni, che sono state seguite dagli studiosi per oltre 15 anni. I risultati dimostrano che esiste un legame fra il rischio di mortalità cardiovascolare e la frequenza delle saune. Il motivo? Il calore della sauna diminuisce la pressione arteriosa e dilata i vasi sanguigni, allenando e rafforzando il cuore. In questo modo l’organo si allena, ma senza essere sottoposto ad uno stress eccessivo, e si irrobustisce.

La sauna dunque ha un impatto positivo sulla nostra funzione circolatoria, tanto da costituire una forma di prevenzione contro gli infarti e altri problemi cardiovascolari. Ad incidere sono il numero delle sedute e il tempo di durata della sauna, che deve essere di almeno 30 minuti.

Il calore infatti agisce sulle cellule che rivestono le nostre arterie, rendendole meno rigide e stimolando il sistema simpatico. Causa un aumento della frequenza cardiaca facendola arrivare a 150 battiti al minuto e abbassa la pressione. L’organismo quindi viene sottoposto ad un lavoro che è molto simile a quello che si verifica in caso di esercizio fisico con intensità bassa o moderata.

Che la sauna apportasse diversi benefici d’altronde era chiaro già da tempo: rilassa i muscoli, regala una pelle luminosa e senza imperfezioni, depura l’organismo, rinforza il sistema immunitario ed elimina lo stress. Non tutti però possono fare la sauna senza problemi o pericoli. Questo trattamento di benessere infatti è sconsigliato per chi soffre di ipertensione, ipotensione, scompenso cardiaco, pericarditi o miocarditi. Chi è affetto da epilessia o ha avuto delle infezioni acute dovrebbe chiedere consiglio al proprio medico prima di fare una sauna.

Malattie cardiovascolari: la sauna protegge dai rischi