Che cos’è la Listeria, il batterio contenuto nella verdura surgelata

Scopriamo cos'è il batterio Listeria, come prevenirlo e quali sono i rischi che si corrono

In Europa è scattato l’allarme Listeria, dopo che questo pericoloso batterio è stato individuato all’interno di diversi prodotti surgelati a base di verdura.

L’epidemia ha spinto il Ministero della Salute, in via precauzionale, a ritirare alcuni lotti di minestrone che potrebbero essere contaminati. Ma cos’è la Listeria? Il termine indica in realtà una famiglia di batteri che comprende ben dieci specie fra cui la Listeria monocytogenes, che provoca la listeriosi, una patologia che colpisce l’uomo e gli animali. Questo agente patogeno si trova nel terreno, nell’acqua e nelle piante, ma anche negli animali, fra cui caprini, bovini e ovini.

Il batterio si trasmette tramite il contatto con mangime contaminato o – più semplicemente – il consumo di cibo. L’infezione può manifestarsi nell’uomo anche dopo il contatto con altre persone infette o animali. Solitamente la Listeria monocytogenes si trova in cibi che consumiamo quotidianamente, come il pesce affumicato, la carne, gli ortaggi crudi e i formaggi a pasta molle.

Secondo gli esperti il batterio può essere distrutto tramite una cottura a temperature superiori ai 65 gradi, nonostante ciò è stato individuato anche all’interno di alimenti pronti, come i minestroni surgelati, dove resiste anche per diversi mesi, tollerando basse temperature e ambienti salati.

Come prevenirla? La prevenzione della listeriosi dovrebbe partire dal rispetto di alcune norme igieniche durante la preparazione dei cibi, soprattutto quelli pronti, con un controllo ottimale della temperatura lungo la catena di produzione e conservazione. In particolare per quanto riguarda i surgelati, il consiglio è quello di tenere la temperatura del frigorifero sempre molto bassa (intorno ai 5 gradi), per limitare la crescita dei batteri che potrebbero trovarsi negli alimenti.

Dal 2015 gli stati europei stanno combattendo contro la Listeria monocytogenes, con ben 47 casi e 9 decessi solo nel mese scorso. I Paesi più colpiti sino ad oggi sono Regno Unito, Danimarca, Finlandia, Svezia, Austria, ma soprattutto l’Ungheria, dove ceppi di Listeria sono stati individuati in verdure surgelate prodotte nel 2016, 2017 e 2018, tanto che ne è stata vietata la vendita.

Che cos’è la Listeria, il batterio contenuto nella verdura ...