Cosa sono i varicella party e quali sono i rischi

Nell'ultimo periodo si è parlato molto dei varicella party: ecco cosa sono e quali sono i rischi

Si chiamano varicella party e sono delle iniziative organizzate dai genitori no-vax, che possono nascondere molti rischi e insidie.

Il tema, di cui si parla ormai da diversi anni, è tornato al centro del dibattito pubblico dopo che sui social ha iniziato a circolare un annuncio pubblicato da una mamma su Facebook in cui si parlava di una festa a tema virus a Milano. Cosa sono i varicella party? Si tratta di incontri durante i quali bambini infetti vengono a contatto con altri piccoli sani, con l’obiettivo di fargli contrarre la malattia, contagiandoli. Non è la prima volta che viene organizzata un’iniziativa del genere, scatenando accese polemiche.

Se da una parte le autorità non fanno che sottolineare il pericolo dei varicella party (conosciuti anche come pox party), sono tanti i genitori che sembrano favorevoli a questa soluzione per evitare il vaccino e risolvere in questo modo il problema delle malattie esantematiche. La questione in realtà è molto più complicata di così.

Queste patologie hanno un alto rischio di complicazioni e possono rivelarsi anche letali. Questo virus presenta dei sintomi molto gravi che vanno dalla febbre alta sino alle convulsioni, soprattutto nei lattanti, portando all comparsa di bolle piene di liquido su tutto il corpo, che prudono e danno molto fastidio. Per la salute dei più piccoli dunque la scelta migliore sarebbe il vaccino, studiato per evitare che i bambini contraggano la malattia e vadano incontro a questi problemi.

Non solo: i varicella party nascondono anche altre insidie. Il più delle volte infatti i piccoli malati (che dovrebbero infettare gli altri) partecipano alle feste con le difese immunitarie molto basse e spesso hanno in concomitanza altri virus, come per esempio la gastrointerite. Un bimbo sano dunque potrebbe contrarre non solo la malattia esantematica, ma anche altre patologie ben più gravi, con il pericolo di andare incontro a pericolose complicazioni.

Questi rischi spesso sono ignorati dai genitori che al contrario, pur di non fare i vaccini ai figli, sono disposti a farli ammalare di varicella o morbillo. Come sottolineano le autorità, si tratta di un comportamento irresponsabile, soprattutto considerando che, nel giro di un anno, i casi di morbillo sono aumentati del 600%. Non solo: nel 2017 sono stati quattro i casi di decessi legati a questa malattia, mentre nel 35% dei casi ci sono state gravi complicazioni.

Cosa sono i varicella party e quali sono i rischi