Tumore al seno, il trattamento che accende la speranza delle malate giovani

Una nuova terapia potrebbe restituire la speranza alle donne giovani, colpite dal tumore al seno

È stato trovato un trattamento, che migliora significativamente la sopravvivenza globale, fino al 70%, delle donne colpite dal tumore al seno.

L’incidenza del cancro al seno, sulle giovani donne, è purtroppo in aumento, un dato disarmante se si pensa a tutte le conseguenze che questa malattia porta con sé.
Una buona notizia però, arriva oggi, grazie alla scoperta di nuova cura che aumenta in maniera importante le possibilità di sopravvivenza.
Si tratta della molecola ribociclib che, se aggiunta alla terapia endocrina standard, aumenta significativamente la possibilità di sconfiggere del tutto la malattia. Questo trattamento, sarebbe efficace sulle donne di età compresa tra i 20 e i 39 anni, con tumore al seno già in stato avanzato.

I risultati, sono stati presentati al congresso della Società Americana di Oncologia Clinica (ASCO): dopo 42 mesi di analisi, è stato rilevato che per le donne trattate con il farmaco contenente la molecola, e la terapia standard, il tasso di sopravvivenza è salito del 70%, rispetto a chi, con la sola cura tradizionale è restato al 46%.

Durante la presentazione del nuovo trattamento, gli esperti dello studio hanno dichiarato di essere particolarmente entusiasti di questa scoperta. 
Il cancro al seno infatti, può essere molto aggressivo e il tasso di mortalità tra le donne tra i 20 e i 59 anni di età, è piuttosto elevato.

Come ha spiegato Harld Burstein, ricercatore Asco, questi risultati sono piuttosto incoraggianti, perché hanno portato all’elaborazione di una terapia mirata, in grado di aumentare in maniera significativa la sopravvivenza delle giovani donne colpite dalla malattia.

L’incidenza di questa forma tumorale, è purtroppo in aumento. Negli Usa, è salita del 2% dal 1978 al 2008. In Italia invece, ci sono più di 37mila donne con diagnosi di tumore della mammella, e più della metà di loro ha un’età inferiore ai 49 anni: si tratta quindi di persone giovani nel pieno della loro vita familiare e professionale.

Questa nuova opzione terapeutica, offre concretamente nuove speranze alle giovani pazienti impegnate contro la lotta al tumore al seno: la ribociclib ha, infatti, un’efficacia superiore rispetto a tutte le terapie anti-ormonali standard.

L’effetto della nuova molecola, approvata anche dall’ente statunitense Fda, è quello di inibire le attività di alcuni enzimi responsabili della proliferazione delle cellule tumorali.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tumore al seno, il trattamento che accende la speranza delle malate&nb...