Torte alla cannabis: perché sono più dannose del fumo

La cannabis viene sempre più utilizzata per preparare torte e dolci, ma se viene consumata così può risultare molto dannosa

Le torte alla cannabis possono risultare più dannose del fumo. Lo svela una ricerca secondo cui gli alimenti preparati con questo ingrediente possono produrre gravi danni all’organismo.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Annals of Internal Medicine ha dimostrato che nello stato del Colorado, in cui la cannabis è legale, sono stati registrati numerosi casi di intossicazione acuta, patologie cardiovascolari e problemi psichiatrici che sembrano legati proprio al consumo di alimenti preparati con la cannabis. Le conseguenze, secondo gli esperti, sarebbero molto più serie rispetto a quelle riscontrate in cui fuma la cannabis.

Il motivo? Quando viene aspirata, le conseguenze si avvertono in pochi minuti. Questo attiva nel corpo della persona un campanello d’allarme con sintomi come nausea, vomito o disturbi gastrointestinali, che spingono ad interrompere il consumo. Nei casi in cui la cannabis viene assunta per bocca invece l’assorbimento della sostanza avviene molto più lentamente anche in base all’alimento a cui è stata associata.

Chi mangia biscotti, cioccolato o torte a base di cannabis inizialmente non avverte nulla, perciò continua ad assumerne sempre di più. Nel frattempo però la sostanza si accumula nell’organismo, causando un’intossicazione. A causare problemi è anche l’idea che la sostanza in versione “light” sia meno dannosa. In realtà l’assunzione prolungata per giorni (che può accadere soprattutto con gli alimenti) provoca gravissimi danni al nostro corpo.

Infine non va ignorato un altro fattore: la cannabis non è distribuita in modo uniforme nelle torte, nel cioccolato o nei pasticcini. Questo significa che può bastare anche solo un morso per assumere una quantità eccessiva di sostanza, con le conseguenze che conosciamo.

L’interessante studio, partito da un pronto soccorso del Colorado, punta il dito su tutti gli alimenti a base di cannabis che sono sempre più diffusi, non solo negli Stati Uniti, ma anche nel nostro Paese. Le analisi effettuate dagli esperti americani hanno dimostrato che i problemi psichici e al cuore sono maggiori nelle persone che assumono la cannabis per bocca rispetto a chi la fuma.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Torte alla cannabis: perché sono più dannose del fumo