Terapie CAR-T, cosa sono e quali tumori trattano

Questa puntata di "Pillole di Salute quotidiana" ci spiega cosa sono, come funzionano e contro quali tumori sono usate le terapie CAR-T

Federico Mereta Giornalista Scientifico Laureato in medicina e Chirurgia ha da subito abbracciato la sfida della divulgazione scientifica: raccontare la scienza e la salute è la sua passione. Ha collaborato e ancora scrive per diverse testate, on e offline.

CAR-T è un’immunoterapia che utilizza particolari globuli bianchi, normalmente presenti nel sangue circolante, ovvero i linfociti-T. Questi vengono ingegnerizzati per fare in modo che riescano ad attivare il sistema immunitario contro le cellule di specifici tumori.

Terapie CAR-T, come funzionano

I linfociti-T del paziente vengono prelevati e quindi modificati geneticamente. In questo modo si rendono capaci di riconoscere le cellule tumorali e gli si danno le informazioni corrette. Vengono restituiti al paziente, entrano nel sangue e arrivano a eliminare le cellule tumorali, attivando appunto il sistema immunitario.

Le CAR-T sono un importantissimo avanzamento per quanto riguarda la terapia, perché possono essere applicate in casi estremamente complessi, su indicazioni dello specialista. Si tratta di terapie intelligenti, ovvero quelle che ci consentano di andare verso la cosiddetta medicina di precisione. Non identificano in generale la cellula, ma un obiettivo preciso delle unità neoplastiche che viene espresso solo da loro e quindi consentono di risparmiare i tessuti che non sono malati.

Terapie CAR-T, cosa sono

Si tratta poi di un’immunoterapia, quindi è un trattamento in qualche modo non farmacologico che permette di modificare i meccanismi di resistenza ai farmaci che le cellule tumorali mettono in atto nelle fasi più avanzate delle malattia.

Infine si tratta di un’immunoterapia a base di cellule che quindi rimangono nell’organismo del paziente a lungo, garantendo un meccanismo d’azione protratto nel tempo e in grado di riattivarsi quando la malattia ricompare.

Terapie CAR-T, quando si usano

Le indicazioni attuali ai trattamenti con le CAR-T sono limitate, si parla di alcuni tipi di linfomi e di leucemie acute linfoblastiche che colpiscono la famiglia dei linfociti B. Ma in ogni caso si tratta di un approccio che sempre più in futuro sarà possibile applicare ad altre forme di malattie. Ad esempio, si sta studiando questa  tipologia di cura anche per il mieloma, un tipo di malattia del sangue, per la quale ci sono comunque già a disposizione numerosi farmaci efficaci che consentono di cronicizzare la patologia.

Per seguire la Pillola di Salute quotidiana “Terapie CAR-T”, clicca e ascolta qui

“Pillole di Salute quotidiana” è la serie in podcast di DiLei TakeCare, a cura di Federico Mereta. In ogni puntata si parla di prevenzione, cure e buone abitudini.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Terapie CAR-T, cosa sono e quali tumori trattano