Tamponi e coppette mestruali: regole per non rischiare la sindrome da shock tossico

Shock tossico per l’uso di tamponi e coppette mestruali. Questo è quello che dovete sapere sul loro corretto utilizzo

Tamponi assorbenti e coppette mestruali devono essere indossati per un massimo di otto ore, la segnalazione è presente anche sui pacchetti. Non si tratta di un consiglio ma di una vera e propria regola da seguire per non subire la sindrome da shock tossico (TSS).

Di storie tristi e drammatiche, di donne che hanno subito uno shock tossico, ce ne sono davvero tante, alcune purtroppo non ce l’hanno fatta, come Maëlle, una 17enne belga è morta per un tampone indossato per troppo tempo.

Un gesto banale che ormai fa parte della quotidianità delle donne, quello di indossare un tampone o utilizzare una coppetta nel periodo mestruale, ma che se fatto con troppa leggerezza può portare a gravi conseguenze.

Il rischio è più concreto che mai, lo sa bene Sandrine, donna di 36 anni e mamma di tre splendidi bambini che dopo aver rischiato la vita ha subito l’amputazione delle sue gambe. Una storia che l’ha sconvolta e ha portato molto dolore nella sua vita ma che non l’ha spezzata.

Oggi Sandrine infatti porta avanti la sua associazione Dans mes Baskets per sensibilizzare il tema e stare vicino a tutte le donne che hanno subito la sua stessa situazione.

Lo shock tossico infatti è una malattia infettiva e rara che però può portare a danni permanenti, se la si supera, oppure diventare fatale. La sindrome può nascere proprio in seguito all’utilizzo inappropriato di tamponi e coppette mestruali.

Nonostante il chiaro avvertimento sulle scatole di questi prodotti, ancora oggi molte donne non prestano attenzione alla gravità dell’uso sbagliato di coppette e tamponi.

La malattia è causata dallo Staphylococcus aureus che è presente naturalmente nella vagina, componendo il 4% della flora batterica. Durante il ciclo mestruale il rischio che questo batterio proliferi è alto, soprattutto se c’è un blocco dato dal tampone o dalla coppetta mestruale.

Se questi prodotti sono indossati per troppo tempo infatti, il rischio che lo stafilococco si sviluppi aumenta. Nonostante la maggior parte degli organismi sviluppi in automatico degli anticorpi conto questa tossina, c’è una percentuale, seppur piccola di casi in cui questo batterio ha la meglio.

Per evitare di subire la sindrome da shock tossico è fondamentale assicurarsi di procedere ad una corretta igiene durante il ciclo mestruale e di cambiare spesso tamponi o coppette mestruali. La vita è un dono prezioso, è nostro dovere non buttarlo via per distrazione o leggerezza.

Come evitare la sindrome da shock tossico

1. Lavare bene le mani prima di inserire coppetta o tampone.

2. Non utilizzare coppetta o tampone per più di 8 ore. Ricordatevi che l’ideale è cambiarli ogni 4 ore.

3. Se usi i tamponi utilizza quelli con il livello di assorbenza più basso per il tuo flusso.

4. La notte usare preferibilmente gli assorbenti esterni.

Tampone (foto obencem 123rf)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tamponi e coppette mestruali: regole per non rischiare la sindrome da ...