Sindrome di Stendhal: sapete cos’è e quali sono i sintomi?

L’arte può nei soggetti più sensibili creare dei forti turbamenti e degli scompensi al sistema nervoso. In questi casi si parla di Sindrome di Stendhal.

La magnificenza dell’arte può provocare un senso di smarrimento e inadeguatezza, tale da innescare una serie di malori che rientrano in quella che viene chiamata Sindrome di Stendhal.

Cos’è la Sindrome di Stendhal?
Il nome di questo disturbo temporaneo nasce dal fatto che il primo personaggio famoso che parlò esplicitamente del turbamento percepito di fronte all’arte fu proprio Stendhal. Lo scrittore francese, entrato nel 1817 nella chiesa di Santa Croce a Firenze, ne uscì con battito accelerato, senso di smarrimento, difficoltà di stare in equilibrio e a respirare. Si deve però a una psichiatra fiorentina, Graziella Magherini, la divulgazione delle informazioni raccolte su questa sindrome, quando nel 1979 pubblicò un libro dal titolo “La sindrome di Stendhal. Il malessere del viaggiatore di fronte alla grandezza dell’arte”, contenente dati e considerazioni su più di 100 casi di persone che avevano avuto malori simili, tanto che uscendo dagli Uffizi sentivano l’esigenza di andare all’ospedale per riprendersi dal malessere.

Quali sono i sintomi della Sindrome di Stendhal?
Le emozioni provocate dalla contemplazione dell’arte possono essere così intense da generare una stato confusionale, accompagnato da vertigini, smarrimento, battiti accelerati, difficoltà a respirare. La dottoressa Magherini, dopo aver analizzato centinaia di casi, è arrivata alla conclusione che la Sindrome di Stendhal può manifestarsi con disturbi cognitivi (come la percezione alterata della realtà, ansia, sensi di colpa o atteggiamenti persecutori); disturbi dell’affettività, (depressione accompagnata da un senso di inferiorità e inadeguatezza oppure un’eccessiva euforia, fino ad arrivare all’esaltazione con senso di superiorità e di onnipotenza); crisi di panico (che si manifestano con malori fisici come aumento repentino dei battiti cardiaci, copiosa sudorazione, difficoltà a respirare regolarmente). Si tratta di malesseri intensi, ma temporanei, che nulla hanno a che vedere con la salute mentale di chi li prova.

Sindrome di Stendhal: sapete cos’è e quali sono i sintomi?
Sindrome di Stendhal: sapete cos’è e quali sono i sintomi?