Sindrome delle apnee notturne: cos’è, sintomi e cause

Scopriamo cos'è la sindrome da apnee notturne, come riconoscerla, ma soprattutto come curarla

Sonno disturbato, nervosismo e stanchezza: questi sono solo alcuni dei tanti sintomi della sindrome delle apnee notturne, una patologia che colpisce sempre più persone.

Si tratta di un disturbo che spesso viene sottovalutato, perché non si colgono i segnali che vengono lanciati dal corpo oppure perché non viene correttamente diagnosticato. Di certo però questa sindrome causa moltissimi danni, mettendo a rischio non solo la nostra salute, ma anche l’incolumità, impedendoci di essere lucidi quando ne abbiamo più bisogno, per esempio alla guida. Curare questa malattia è importante per non arrecare problemi a sé stessi, ma anche alle persone con cui si condivide il letto o la stanza.

Quali sono i sintomi della sindrome delle apnee notturne? Per scoprirli basta osservare il comportamento della persona durante il sonno. Solitamente si verifica un forte russamento, intenso e continuo, inoltre ci si sveglia spesso nel corso della notte per andare in bagno. Il più delle volte si aprono gli occhi all’improvviso, con la sensazione di non respirare bene, e il mattino dopo si avverte la testa pesante e dolorante. Negli uomini questa patologia si manifesta anche con la disfunzione erettile e con un calo della libido.

Se non si interviene subito le conseguenze possono essere molto grazi e vanno dall’ictus all’ipertensione, sino al diabete e alla steatosi epatica, senza contare un peggioramento significativo della qualità della vita. Cosa fare? Per prima cosa è fondamentale contattare un medico e farsi visitare in un centro di medicina del sonno, dove si riceveranno tutte le informazioni per affrontare nel modo giusto il problema.

La terapia per le apnee notturne infatti varia a seconda delle cause scatenanti. A volte basta semplicemente cambiare il proprio stile di vita, optando per una cena più leggera e rinunciando a fumo e alcolici, altre volte invece è necessario ricorrere a dispositivi per la respirazione o apparecchi ortodontici.

Sindrome delle apnee notturne: cos’è, sintomi e cause