Sigarette elettroniche, nuovo composto chimico dannoso

Secondo una ricerca scientifica la sigaretta elettronica può rivelarsi molto dannosa per la salute a causa di un composto che si forma durante lo svapo

Le sigarette elettroniche producono un composto chimico che può rivelarsi dannoso per l’organismo.

Lo svela una ricerca scientifica che mette in luce il lato oscuro dello “svapo”. Sono sempre di più le persone che usano l’e-cig, scegliendo un dispositivo elettronico che ricalca le percezioni sensoriali e le mimiche dei tabacchi. Molti optano per la sigaretta elettronica pensando che sia il modo migliore per smettere di fumare, altri invece perché non vogliono rinunciare al piacere del fumo nemmeno nei luoghi chiusi o in casa.

Secondo un team di scienziati americani però questa decisione potrebbe rivelarsi, con il tempo, decisamente dannosa. Il motivo? Durante l’uso della sigaretta elettronica viene generato un nuovo composto chimico che  non è contenuto nella lista degli ingredienti e che può rivelarsi molto rischioso per la salute poiché irrita le vie respiratorie.

A mettere sotto accusa le sigarette elettroniche è un gruppo di studiosi della Duke University che ha individuato la presenza di una sostanza estranea che si forma grazie ai solventi che si trovano nella e-cig. La ricerca, pubblicata sulla celebre rivista Nicotine and Tobacco Research, è stata guidata da Sven Jordt, professore di farmacologia.

“I consumatori non hanno la più pallida di a cosa si espongano quando svapano – ha spiegato l’esperto -. Anche nel caso in cui sulle e-cig siano scritti i presunti ingredienti. Questo non appare. La nuova sostanza chimica identificata – ha aggiunto – va ad irritare le terminazioni nervose della gola, crea infiammazione cronica e ciò può portare ad asma e enfisema”.

Le sigarette elettroniche funzionano grazie ad un liquido denominato e-juice, che viene riscaldato. Al suo interno si trovano glicerina, propilene di glicolo e nicotina. Il composto viene sottoposto ad alte temperature e vaporizzato, offrendo la sensazione dello “svapo”. Proprio durante questo processo però si forma l’acetale di aldeide PG, che raggiunge le vie respiratorie creando molti danni.

Sigarette elettroniche, nuovo composto chimico dannoso