Cos’è e come si svolge la posizione yoga del Saluto al Sole

Il Saluto al Sole è una delle posizioni yoga più energizzanti, perfetta da praticare al mattino: ecco come eseguirla e quali sono i benefici per corpo e mente

Il Saluto al Sole, in sanscrito Surya “sole”, e Namaskara “saluto”, è forse la pratica di yoga più conosciuta al mondo, usata per salutare simbolicamente il sole nel cielo, ma soprattutto il sole che vive dentro di noi, la nostra energia vitale. È una sequenza dinamica di 12 posizioni yoga, come le ore di sole, da eseguire armonicamente, sincronizzando il respiro con il movimento.

È adatto a tutti, anche a chi non si è mai avvicinato al mondo dello yoga e può essere praticato a tutte le età, anche come riscaldamento prima di qualsiasi attività sportiva. Esistono diversi tipi di saluto al sole nello yoga, infatti a seconda dello stile di riferimento, la sequenza può presentare delle varianti nelle posizioni, ma la versione forse più conosciuta è quella di Hatha Yoga tradizionale.

Come si pratica il Saluto al Sole nello yoga

Posizione del Saluto al Sole. Fonte: 123rf

Sequenza del saluto al sole: come eseguire le 12 posizioni

Surya Namaskara è considerata una sequenza completa, in quanto lavora su tutti i muscoli del corpo con 12 posizioni che vengono eseguite in modo fluido e dinamico, coordinando il respiro al movimento del corpo. Ad ogni apertura del corpo corrisponde un’inspirazione e ad ogni chiusura un’espirazione. La respirazione si effettua sempre dal naso, inspirando ed espirando a bocca chiusa e con le mascelle rilassate.

Questa routine fa parte dell’Hatha Yoga tradizionale e include una combinazione di torsioni e flessioni in avanti e indietro che, per essere eseguite, richiedono elasticità, forza e consapevolezza del corpo. La pratica inizia come un orologio, dalla posizione 1 fino alla 12. Le posizioni dalla 1 alla 5 si ripetono tornando indietro dalla 8 alla 12, quindi tutte le posizioni si ripetono due volte, eccetto la 6 e la 7 che servono come anello di congiunzione.

Le 12 asana rappresentano metà del ciclo di saluti al sole: un ciclo completo infatti comprende 24 posizioni, di cui 12 con la gamba destra dietro e 12 con la gamba sinistra dietro. La sequenza del Saluto al Sole può essere praticata con diversi ritmi in funzione dello scopo da perseguire:

  • normale, se si rispetta il ritmo naturale del respiro, consigliabile come pratica quotidiana di mantenimento;
  • veloce, se si effettua come pratica sportiva di riscaldamento o come pratica di allenamento della resistenza;
  • lento, se si predilige una corretta esecuzione di ogni singola posizione per rilassare la mente.

Il consiglio è di praticare sempre il Saluto al Sole con il proprio ritmo naturale, in modo da poter trovare il rilassamento in ogni posizione e sviluppare un’autocoscienza del proprio corpo.

Benefici del saluto al sole: perché praticarlo ogni mattina

Praticare il Saluto al Sole ogni mattina, appena svegli, fa star bene e aiuta ad affrontare con energia tutta la giornata, essendo un esercizio ideale per ritrovare l’elasticità, tonicità e rilassare la mente. I benefici della pratica dello yoga sono riscontrabili sul piano mentale e anche sul piano fisico:

  • è un ottimo riscaldamento per allungare e tonificare la muscolatura, conferendo forza ed elasticità al corpo;
  • aiuta a correggere posture sbagliate, rinforzando i muscoli della schiena, la colonna vertebrale, le articolazioni, le gambe e le braccia;
  • sviluppa la concentrazione, la coordinazione e l’equilibrio;
  • migliora il transito intestinale, regolarizza il fegato e l’attività di tutto l’apparato digestivo
  • massaggia gli organi vitali, stimola le ghiandole endocrine, soprattutto la tiroide;
  • calma la mente, regola il sonno ed elimina l’insonnia;
  • migliora la respirazione, regolarizza l’attività cardiaca, riattiva la circolazione e ossigena il sangue;
  • riattiva il metabolismo, aumenta le difese immunitarie.

La concentrazione costante sul respiro e sul movimento durante l’esecuzione degli asana, rende la sequenza una sorta di meditazione fluida in grado di alleviare dolori cronici, dolori legati al ciclo mestruale, ansia, stress e depressione.

Per chi soffre di un problema specifico si consiglia di non forzare mai la posizione e di chiedere consiglio ad un medico. Questa sequenza aiuta a prendere coscienza del corpo e a conoscerne i limiti ascoltando i segnali che manda.

Cos’è e come si svolge la posizione yoga del Saluto al Sol...