Rimedi naturali contro l’aerofagia

Molti sono i rimedi naturali capaci di combattere il fastidioso problema dell'aerofagia. Vediamo nel dettaglio quali sono i più utili per risolvere il disturbo

L’aerofagia è una condizione patologia per la quale si viene a formare nell’intestino un’elevata quantità di gas, a causa di uno squilibrio di tipo batterico, che provoca lo sviluppo di germi putrefattivi e fermentativi. Questo fastidioso problema, che di per sè non rappresenta una patologia grave, può essere risolto con rimedi naturali. Vediamo nel seguito quelli maggiormente suggeriti dagli esperti.

Sono numerose le erbe in grado di restituire equilibrio alla flora intestinale. Secondo l’enciclopedia ‘Curiamoci con le erbe medicinali’, quelle più indicate per combattere l’aerofagia sono anice verde, anice stellato, aneto, cumino, finocchio e coriandolo. In ogni caso il vostro erborista di fiducia saprà consigliarvi quella che più si adatta al vostro caso. L’alimentazione incide largamente sull’origine delle flatulenze: alcuni cibi, infatti, sono più propensi a fermentare e quindi far sviluppare gas intestinali e gonfiore addominale. Carne, latte, legumi, dolci e zuccheri più in generale, uniti al consumo di alimenti lievitati, favoriscono l’insogere del meteorismo . Aggiungendo un pezzettino di alga kombu o condendo la pietanza con origano, permette a volte di arginare, almeno in parte, il problema.

Un’altro rimedio alternativo suggerito è quello della cromoterapia. Sembra che eseguendo irradiazioni di colore giallo sul plesso solare e di colore rosso su quello ipogastrico dopo i pasti, sia una cura efficace contro la produzione di gas intestinali. Un’altra utile alternativa è rappresentata dai decotti. Erbe come dragoncello, menta, basilico, issopo e alchemilla possono aiutare a riportare l’apparato digerente alla normale funzionalità. Il carbone vegetale, invece, pare essere il rimedio più efficace. Esso è ancora un preparato naturale, acquistabile in erboristeria; in particolare, il carbone è reso attivo attraverso uno specifico trattamento che porta allo sviluppo di funzionalità antimeteoriche. Tra le controindicazioni che questo sostanza porta, vi è l’effetto lassativo e l’impossibilità di utilizzarlo in gravidanza e per periodi prolungati.

Un ulteriore suggerimento consiste nel consumare piccole dosi di succo di limone durante i pasti o preparare tisane a base di zenzero (sia fresco che essiccato) da bere al termine del pasto. Infine, tutte le volte che ci sentiamo gonfi, è utile un infuso alla camomilla.

Rimedi naturali contro l’aerofagia