Starnutiscono e dicono “tranquillo il raffreddore non è contagioso”. Forse non sanno che lo è

Il raffreddore non è contagioso? Falso! Si tratta di un falso mito. Ecco tutta la verità su questo malanno di stagione

Starnutiscono vicino a te e dicono “tranquillo, il raffreddore non è contagioso”. Quante volte vi è capitato? In realtà si tratta di un falso mito. Il raffreddore infatti può essere molto contagioso, soprattutto nei primi giorni in cui viene contratto. Si tratta infatti di una comune infezione stagionale, che colpisce solitamente d’inverno, ma può presentarsi anche in altri periodi dell’anno. Secondo alcune stime gli adulti si ammalano circa un paio di volte ogni 12 mesi, mentre i bambini dalle 4 alle 8 volte.

Il raffreddore è in sostanza provocato da un virus (ne esistono 250 ceppi diversi) che si trasmettono per via aerea, passando da un individuo all’altra attraverso le goccioline di saliva che vengono emesse da colpi di tosse o starnuti. Non solo: il contagio può avvenire anche in maniera indiretta tramite gli oggetti contaminati, ma soprattutto le mani. Il periodo in cui c’è la maggiore capacità di infettare coincide solitamente con l’arrivo dei primi fastidi.

Secondo alcune ricerche in media ci tocchiamo il viso con le mani 3 volte ogni 5 minuti, mentre per il naso il numero delle volte sale a 5 in un’ora. Ciò significa che possiamo infettarci molto più facilmente con il virus, favorendo la diffusione del raffreddore.

Nel dopoguerra, lo studioso Christopher Andrewes, della Common Cold Research Unit, eseguì un esperimento per valutare la diffusione del raffreddore. Ad un volontario fu chiesto di indossare un apparecchio che faceva colare dal naso un liquido blu, simile al muco, che conteneva un colorante fluorescente. La persona fu lasciata per alcune ore in una stanza a chiacchierare, giocare e mangiare con altre persone.

In seguito la stanza venne ispezionata con la luce ultravioletta per capire dove si era diffuso il muco fluorescente. Il risultato? La sostanza era arrivata praticamente ovunque: sul cibo, sulle carte da poker, sulle mani delle persone e sui loro volti. L’unica soluzione per prevenire il contagio, secondo gli esperti, è lavarsi spesso le mani ed evitare di toccarsi il viso – in particolare occhi e naso – troppo spesso. La prossima volta che qualcuno decide di starnutire accanto a voi, ricordategli questa ricerca e spiegategli che il raffreddore è contagioso. Eccome.

Starnutiscono e dicono “tranquillo il raffreddore non è contagi...