Radioterapia: cos’è, a cosa serve, come funziona

Questa puntata di "Pillole di Salute quotidiana" ci spiega a cosa serve la radioterapia nella cura del cancro e come funziona

Federico Mereta Giornalista Scientifico Laureato in medicina e Chirurgia ha da subito abbracciato la sfida della divulgazione scientifica: raccontare la scienza e la salute è la sua passione. Ha collaborato e ancora scrive per diverse testate, on e offline.

La radioterapia oggi può essere studiata per ogni malato e per ogni tipo di tumore. Ma in termini generali, la radioterapia utilizza radiazioni ad alta energia che possono essere emesse da sostanze radioattive o prodotte da apparecchi come gli acceleratori lineari.

Radioterapia come funziona

Le radiazioni sono in grado di danneggiare la struttura del tessuto bersaglio e quindi visto che le cellule tumorali non hanno grandi capacità di riparazione dei danni che subiscono, una volta che sono colpite dalle radiazioni possono andare incontro alla morte cellulare.

La radioterapia si basa sul principio di indirizzare la radiazione sulla cellula tumorale per andare a danneggiare il suo DNA. Le radiazioni generano radicali liberi che danneggiano irreversibilmente il patrimonio genetico cellulare, ovviamente stiamo parlando di cellule malate. Al fine di risparmiare i tessuti sani, i fasci delle radiazioni vengono sagomati e quindi rivolti da diverse angolazioni fino a intersecarsi esattamente al centro della zona da trattare.

Radioterapia, somministrazione

Sul fonte delle modalità di somministrazione, che possono essere diverse, nella radioterapia esterna, la fonte dei raggi è appunto esterna. Quando si parla di radioterapia interna, invece, viene somministrata direttamente all’interno del corpo.

Oltre al tipo più indicato di radioterapia, l’esperto definisce la dose e la durata del trattamento, in quante frazioni e con quale frequenza. Come spiegano gli esperti della Associazione italiana di radioterapia oncologica, 4 persone su 10 mediamente con tumore possono essere sottoposte a radioterapia, sia da sola o associata ad altri trattamenti. L’obiettivo e l’indicazione del trattamento radioterapico possono mutare.

Radioterapia, come e quando si usa

Ci sono casi in cui la sola radioterapia può mirare a curare completamente la patologia, casi in cui viene associata ad altri trattamenti come la chemioterapia, come avviene per i tumori della testa e del collo; casi in cui l’obiettivo è controllare i sintomi o togliere o limitare il dolore. Ci può essere una radioterapia adiuvante che segue altri trattamenti, come dopo un intervento alla mammella, o anche neoadiuvante, che precede altri trattamenti. Ci possono essere una radioterapia intraoperatoria e una radioterapia precauzionale.

Per seguire la Pillola di Salute quotidiana “Radioterapia, modalità e indicazioni”, clicca e ascolta qui

“Pillole di Salute quotidiana” è la serie in podcast di DiLei TakeCare, a cura di Federico Mereta. In ogni puntata si parla di prevenzione, cure e buone abitudini.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Radioterapia: cos’è, a cosa serve, come funziona