Pericolo sepsi: non fatevi leccare in faccia da cani e gatti

Sepsi e setticemia? Alla scoperta di alcune pericolose ed insidiose infezioni che possono scaturire dalle cattive abitudini col proprio animale

Sepsi e setticemia: non è passato inosservato il caso di una signora 70enne pubblicato sul British Medical Journa, dal quale è emerso che ha contratto una pericolosa infezione che è degenerata in sepsi. Sono gli stessi veterinari a lanciare l’allarme affermando che bisogna fare attenzione alla psicosi. Coloro che amano tantissimo i loro amici animali devono pero avere molta cautela riguardo le loro effusioni perchè potrebbero provocare dei rischi per la salute. L’abitudine di farsi leccare dal cane o dal gatto potrebbe essere uno dei primi pericoli, poiché potrebbe causare delle infezioni mortali.

A confermarlo è proprio il caso di questa anziana signora che a causa dell’abitudine di farsi leccare il viso dal suo cagnolino ha contratto la setticemia ed ha rischiato la morte. Precisamente questo tipo di infezione viene trasmessa da batteri che si trovano nelle cavità orali di cani o gatti. Queste rarissime infezioni tendono a manifestarsi quando vi sono stretti contatti con i propri amici animali. I medici hanno affermato che la donna si trovava in gravissime condizioni di salute e in stato di incoscienza. Una volta eseguite le analisi del sangue è emerso che la signora aveva contratto questa grave infezione.

Sepsi o setticemia dunque possono anche essere trasmesse i senza morsi o i graffi del proprio animale domestico. D’altronde gli anziani sono molto più vulnerabili a questo tipo di sintomatologie, poiché il loro sistema immunitario è molto più debole a causa dell’età. Numerosi anziani inoltre amano avere un animale domestico come una vera e propria compagnia nella loro vita. Nonostante ciò questa anziana signora non aveva mai bevuto e fumato in vita sua, ma l’infezione che ha sviluppato la sepsi l’ha ridotta in fin di vita. Dopo ben 30 giorni di terapia intensiva la donna si è ripresa ed è tornata a casa.

I medici dunque consigliano di essere molto cauti per quanto riguarda lo stretto contatto con il proprio animale domestico, poiché anche se non ci si rende conto, dei batteri potrebbero silenziosamente attaccare l’organismo umano e provocare la spesi o setticemia, soprattutto se si ha l’abitudine di farsi leccare. In particolare, gli esperti spiegano che il corpo umano sta sviluppando numerosi anticorpi, i quali agiscono contro le cure antibiotiche. Di conseguenza le infezioni diventano sempre più pericolose.

Pericolo sepsi: non fatevi leccare in faccia da cani e gatti