La pennichella, meglio se breve, fa bene al cuore

A dirlo è un recente studio cinese presentato al Congresso della Società Europea di Cardiologia

Federico Mereta Giornalista Scientifico

Non più di un’ora. Per chi è abituato a qualche minuto di riposo dopo il pasto di mezzogiorno il pisolino è d’oro. Ma non deve essere troppo prolungato. Almeno se si parla di salute cardiaca. Quando va oltre l’ora, diventa un’arma a doppio taglio e può anche non essere di beneficio per il cuore. A dirlo è uno studio cinese, presentato al Congresso della Società Europea di Cardiologia (ESC).

Importante è dormire la notte

La ricerca, in pratica, è andata a rileggere i dati relativi a oltre 310.000 persone, raccolti in una ventina di studi. Da questa grande mole d’informazioni sono stati tratti due elementi chiave: in primo luogo, ciò che conta è dormire il giusto la notte, per non trasformare la pennichella in una sorta di recupero delle ore di sonno mancanti.

L’importante, insomma, è riposare la notte per la giusta quantità di ore e quindi non aver bisogno di riposo per “compensare”. In questo senso va letta anche la lunghezza del pisolino e il suo impatto sulla salute del cuore e delle arterie.

Chi mediamente superava l’ora di sonno pomeridiano, in genere, aveva a che fare con un aumento del 34% del rischio di morte per malattie cardiovascolari. Attenzione poi che questo tipo di problema interessa soprattutto gli anziani, che hanno i ritmi del sonno alterati, e le donne.

Un’ipotesi in gradi di spiegare i potenziali rischi del riposo pomeridiano prolungato è legata al pericolo d’infiammazione, che ovviamente si ripercuote sull’intero organismo e quindi anche sulle arterie e sul cuore: quando si riposa troppo a lungo di giorno, infatti, si può dare il “la” a processi che certo non aiutano il benessere. In ogni caso, per chi invece cade adeguatamente tra le braccia di Morfeo nelle ore notturne, un sonnellino breve dopo il pasto sembra possa essere protettivo.

In questo senso, a prescindere dallo studio cinese, l’elogio della pennichella è ormai già ampiamente dimostrato dalla scienza, sempre per chi riposa il giusto tempo nelle ore notturne. In primo luogo il pisolino combatte lo stress. Lo provano ricerche che mostrano come mezz’ora di riposo allenterebbe la tensione negli universitari e come, dopo una notte di privazione di sonno, la pennichella riduce i valori del cortisolo, l’ormone dello stress. Inoltre protegge il cuore.

Secondo una ricerca, chi fa riposini frequenti avrebbe un minor rischio di ammalarsi di patologie a carico delle arterie coronariche, probabilmente per gli effetti sul cuore e sulla pressione arteriosa con impatto sulla salute. Infine migliora la memoria. Per chi deve studiare, il pisolino aiuta a immagazzinare quanto si è cercato di apprendere e favorisce una maggior vigilanza, con ovvi vantaggi legati alla preparazione in caso di esami universitari.

Un aiuto alla memoria

Secondo una ricerca del Centro per lo Studio del Cervello e del comportamento dell’Università di Haifa, pubblicata su Nature Neuroscience, il pisolino che ci porta a dormire profondamente potrebbe avere effetti positivi per rinfrescare ed aiutare la memoria a lungo termine, quella che si “deposita” e ci consente di non dimenticare i nomi delle persone, ma anche, per esempio, come si guida.

I ricordi sembrano fissarsi meglio quando si riposa. In particolare si è visto che  durante il sonno ad onde lente, il cosiddetto sonno non Rem, i neuroni stimolati in veglia nel corso di un processo di apprendimento sembrano riattivarsi e rinforzare i loro collegamenti, favorendo i processi di memorizzazione.

Grazie al riposo, in modo del tutto autonomo, il cervello tende ad eliminare i collegamenti inutili che si creano tra le cellule nervose. Ma è la notte il momento ideale per fare pulizia. La pennichella, in questo senso può essere solo d’aiuto ad eliminare gli “scarti”, ma non se si soffre d’insonnia notturna. Altrimenti, schiacciare un pisolino è solo un’abitudine che non fa male, ma non deve comunque diventare la sostituzione della notte in bianco.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La pennichella, meglio se breve, fa bene al cuore