Morbillo: sintomi, contagio, vaccino

Il morbillo è una patologia che colpisce soprattutto i bambini: scopriamo quali sono i sintomi, come curarla e prevenirla

Il morbillo è una malattia particolarmente contagiosa, causata dal virus della famiglia Paramyxoviridae.

Questa patologia colpisce solitamente i bambini, causando febbre, stomatiti, ma soprattutto delle macchie rosse su tutto il corpo. Il morbillo è diffuso in tutto il mondo e ha un’incidenza maggiore nei primi due anni di vita. Non esistono portatori, ma il virus si trasmette direttamente dal malato ad un altro individuo, in particolare tramite starnuti o tosse. L’agente patogeno penetra attraverso le mucose o la congiuntiva, raggiungendo le vie respiratorie.

Il contagio avviene solitamente nel periodo di incubazione e continua sino a 4-5 giorni dopo la comparsa dell’esantema. I primi sintomi che tendono a comparire sono febbre alta, ma anche fastidi a naso e bocca, come laringite o tracheite. Circa 14 giorni dopo il contagio compare l’eruzione cutanea sotto forma di maculo-papule concentrate soprattutto sulla zona della fronte e dietro l’orecchio, che in seguito si diffondono su tutto il corpo.

Le prime macule che indicano la presenza del morbillo sono rosa pallido e tondeggianti, ma con il tempo diventano irregolari e rosso scuro, coprendo soprattutto il volto.

Come si cura il morbillo? La terapia è sintomatica. Ciò significa che per debellare la patologia è necessario assumere antipiretici ed espettoranti, rimanendo a letto per recuperare le forze. In presenza di complicanze il medico può prescrivere anche una cura antibiotica. Questa patologia si può prevenire con la somministrazione di un vaccino, che si è rivelato efficace nel corso degli anni.

Il vaccino va effettuato entro il 15esimo mese di vita e solitamente è associato a quello contro la rosolia e la parotite epidemica. Consente di mettere al sicuro il bambino da eventuali complicanze della malattia, come l’encefalite o la panencefalite sclerosante subacuta. Per ottenere una migliore protezione, duratura nel tempo, è necessario effettuare un richiamo fra i 10 e i 14 anni.

Morbillo: sintomi, contagio, vaccino