Menopausa, l’agopuntura per ridurre i sintomi

Secondo alcuni studi scientifici l'agopuntura risulta efficace per contrastare i fastidiosi sintomi della menopausa

L’agopuntura può aiutare a ridurre i sintomi della menopausa, migliorando le condizioni delle donne che si trovano a vivere questa nuova fase della vita.

Lo svela una ricerca scientifica secondo cui l’agopuntura sarebbe efficace per diminuire vampate, sudorazione eccessiva, affaticamento, sbalzi d’umore, depressione e disturbi del sonno. Lo studio, che ha coinvolto 70 donne, è stato pubblicato sulla rivista BMJ OPEN e guidata da Kamma Sundgaard Lund, dell’Università di Copenaghen.

Gli scienziati hanno suddiviso in due gruppi un ampio campione di donne. Il primo gruppo è stato sottoposto per cinque settimane ad una seduta settimanale di agopuntura realizzata da medici con un’esperienza decennale nel settore. Alle volontarie è stato poi richiesto di annotare i propri sintomi dall’inizio del trattamento sino alla fine. L’80% di loro ha dichiarato di aver avuto un netto miglioramento delle proprie condizioni psicofisiche.

L’agopuntura infatti ha aiutato le donne in menopausa ad affrontare vampate, problemi ai capelli e alla pelle, disturbi del sonno e sudorazione eccessiva sia diurna che notturna.

“Crediamo che l’intervento con agopuntura sia più rilevante per donne che fanno esperienza di sintomi della menopausa da moderati a gravi – hanno spiegato gli esperti -. L’agopuntura è un’opzione realistica contro i sintomi della menopausa per donne che non possono o non desiderano assumere la terapia ormonale sostitutiva”.

L’agopuntura è una “medicina complementare” che è stata riconosciuta dall’OMS e che ha un’efficacia dimostrata da studi scientifici. Si tratta di una pratica molto antica che fa parte della medicina tradizionale cinese e consente di curare il malanno ristabilendo il fluire dell’energia vitale nel corpo, agendo su alcuni punti specifici.

Ad oggi viene utilizzata per curare numerosi disturbi come il mal di schiena, le contratture muscolari, la sciatalgia e la fascite plantare, ma anche la cefalea cronica, l’emicrania, le paresi facciali, le nevriti, la dermatite atopica e il prurito. La sua efficacia è stata dimostrata anche in caso di asma, congiuntivite, stipsi, intestino irritabile, stanchezza cronica, nausea ed emorroidi.

Menopausa, l’agopuntura per ridurre i sintomi