Masticare bene per evitare dolori e migliorare il benessere

Masticare bene e lentamente migliora le funzioni cognitive, la memoria e protegge dal rischio di mal di schiena

Federico Mereta Giornalista Scientifico

Un panino in tutta fretta e via. Se avete questa abitudine e svuotate in un attimo il piatto, correggetevi. E soprattutto abituate bene il bambino, che deve dedicare il giusto tempo al pasto, senza fare le corse a tavola. Il motivo? Come e quanto mastichiamo nei primi anni di vita può influenzare le nostre funzioni cognitive, la memoria e quindi lo sviluppo intellettuale. Esisterebbe un filo rosso invisibile che lega problemi masticatori, respirazione ed altre situazioni potenzialmente prevenibili con un giusto processo di masticazione.

Le indicazioni degli esperti

A porre l’attenzione sul processo di masticazione, con il cibo che rimane il giusto tempo all’interno della bocca per essere sminuzzato dai denti allineati tra loro e grazie all’armonia tra arcata superiore ed inferiore, è la lettura magistrale di Takashi Ono, nell’ambito del congresso della Società Italiana di Ortodonzia (Sido).

Dalle parole dell’esperto traspare la sempre maggior importanza per la salute che ha la funzione masticatoria. Secondo Giuliano Maino, Presidente Nazionale della Sido: “Pure la respirazione svolge un ruolo importante sulle funzioni della memoria e dell’apprendimento e anche questa è a sua volta strettamente collegata ed influenzata dalla corretta anatomia del distretto buccale, dai muscoli facciali e dai denti. Un trattamento ortodontico tempestivo può dunque rappresentare una soluzione a molti problemi dei giovani in crescita. Come prima cosa bisogna riuscire ad informare i genitori e sensibilizzarli perché sottopongano i propri figli a controlli periodici”.

“Si calcola che oltre l’80 per cento degli italiani ha problemi di malocclusione e quindi non presenta un corretto e fisiologico combaciamento tra i denti delle due arcate. Effettuare regolarmente visite con uno specialista in ortodonzia è fondamentale e ogni bambino dovrebbe farlo a partire almeno dal quinto anno d’età”.

Schiena a rischio se mastichiamo male o digrigniamo i denti

La mandibola è direttamente connessa con la clavicola, attraverso fasce nervose e muscolari che mettono in rapporto la bocca con la spalla. Ma allo stesso tempo la mandibola si collega con lo sfenoide, un piccolo osso che si trova all’interno del cranio, e da esso “invia” sue posizioni viziate all’osso occipitale, che si trova nella parte posteriore del cranio. E da esso, per vicinanza, i “segnali” di una posizione viziata si ripercuotono alle vertebre cervicali.

Risultato: digrignare i denti, magari di notte e senza accorgersene, può anche facilitare l’insorgenza di quel fastidioso mal di schiena che nasce nella parte alta del collo, e poi si diffonde verso il basso oppure risale alla nuca fino a provocare dolori di testa.

Per gli specialisti occorre prima di tutto scoprire come si mastica e come si muovono i denti, spinti dalle ossa che li ospitano e dai muscoli che ne coordinano il movimento, al fine di attivare la terapia più efficace. Per questo occorre pensare ad un’analisi globale della persona che non si concentri solamente alla bocca, ma che comprenda l’intero organismo.

A partire dalla raccolta delle informazioni, che non si debbono limitare solamente ai dati relativi ai denti, per passare poi ai test necessari a valutare sia la situazione posturale globale (cioè l’atteggiamento che il corpo e la bocca tengono normalmente) sia l’atteggiamento della parte interessata dall’articolazione potenzialmente implicata nel vizio di posizione.

In base ai risultati di questi esami si possono definire trattamenti di ortodonzia, quelli che vengono realizzati con i dispositivi “su misura” attrezzature da porre in bocca, in forma stabile oppure per alcune ore al giorno. Ma possono essere utili anche trattamenti mirati a risolvere il “sintomo” legato alla cattiva posizione dei denti o ad atteggiamenti negativi, come il digrignamento. In ogni caso, lo specialista dei denti può  fornire le indicazioni necessarie al tipo di cura necessaria.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Masticare bene per evitare dolori e migliorare il benessere