Malattie della tiroide, i sintomi da non trascurare

Come capire se la tiroide funziona male? Scopriamo i sintomi e i campanelli d'allarme da non sottovalutare

Quali sono le malattie della tiroide e quali sono i sintomi che ne indicano un malfunzionamento?

La tiroide è una ghiandola a forma di farfalla posizionata alla base del collo. Quasi tutti la conoscono, ma solo pochi sanno con certezza come funzioni. Il suo compito – fondamentale per il nostro benessere – è quello di regolare il metabolismo, la termoregolazione corporea e lo sviluppo sessuale e scheletrico. La tiroide presiede anche alla crescita dei capelli e della pelle e influisce sul sonno. Per svolgere queste funzioni così importanti, la tiroide sfrutta gli ormoni T3 e T4, che utilizzano lo iodio.

Detto questo è facile comprendere come un malfunzionamento della tiroide possa provocare gravi problemi a tutto l’organismo. Sono diverse le patologie che possono colpire questa ghiandola, ma ne esistono principalmente due: ipotiroidismo e ipertiroidismo.

Nel primo caso gli ormoni tiroidei sono in numero inferiore rispetto al normale. Solitamente chi soffre di questo problema accusa mancanza di energia e sonnolenza, sensazione di freddo, anche se fa caldo, perdita di memoria, depressione e crampi. L’ipotiroidismo causa un aumento di peso repentino e inspiegabile e una frequenza cardiaca bassa, mentre nelle donne spesso si manifesta con infertilità e ciclo abbondante.

Le cause dell’ipotiroidismo sono varie, ma spesso sono legate all’assunzione di alcuni farmaci, come gli antitiroidei o il litio, che interagiscono con gli ormoni. Questa patologia va prontamente curata perché può portare a conseguenze molto gravi.

Un discorso diverso invece può essere fatto per l’ipertiroidismo. In questo caso il malfunzionamento della tiroide è dovuto ad una produzione eccessiva di ormoni. I segnali che qualcosa non va sono piuttosto evidenti e consentono di correre ai ripari velocemente. I pazienti affetti da ipertiroidismo spesso presentano gozzo, perdita di peso eccessiva, diarrea, nervosismo, aumento della sudorazione e della frequenza cardiaca. Nelle donne questa patologia provoca una drastica riduzione del ciclo mestruale.

La causa dell’ipertiroidismo risiede nel gozzo, dove si formano dei noduli che funzionano autonomamente, aumentando il lavoro della tiroide. A volte questo problema può essere legato ad altre patologie, come quella autoimmune di Graves.

Malattie della tiroide, i sintomi da non trascurare