La dieta ipocalorica rallenta l’invecchiamento

Secondo una ricerca, uno stile di vita a basso introito calorico contribuisce a migliorare le condizioni di salute in tarda età e prolungare l’aspettativa di vita.

Le restrizioni di dieta ipocalorica riducono il metabolismo e prolungano la durata della vita, è quanto emerge da un recente studio statunitense.

I ricercatori hanno analizzato gli effetti che aveva una dieta a basso apporto calorico sul metabolismo di un gruppo di individui adulti, sani e non obesi.I risultati dello studio sono apparsi  Cell Metabolism. L’indagine è stata condotta su 53 persone presso il Pennington Biomedical Research Center di Baton Rouge, in Louisiana. I partecipanti, di età compresa tra i 21 e i 50 anni, sono stati divisi in due gruppi: 34 persone sono state sottoposte a un regime dietetico con un ridotto introito calorico di circa il 15%, mentre i restanti 19 volontari hanno continuato a mangiare come facevano abitualmente.

Nel corso dei due anni e alla fine del periodo di osservazione sono stati analizzati i dati risultanti da dei test, svolti sul campione di persone coinvolte, relativi al metabolismo generale, ai marcatori biologici dell’invecchiamento, al danno correlato all’azione dei radicali liberi durante l’attività metabolica. Gli studiosi hanno scoperto così facendo che chi aveva seguito un regime alimentare meno calorico utilizzava l’energia in modo molto più efficiente. La riduzione del metabolismo basale del gruppo con restrizione calorica era inoltre accentuata dalla di peso che i volontari registravano. Tale dimagrimento era di circa nove chilogrammi a testa. La restrizione calorica comportava una diminuzione dell’attività metabolica e dei danni provocati dall’invecchiamento.

Questa non è l’unica ricerca che indaga i benefici di una dieta ipocalorica. Tutti gli studi sono concordi nel dimostrare come una restrizione calorica mantenga in salute. In tal senso è interessante anche sapere che una ricerca condotta dagli studiosi del National Institute on Ageing di Baltimora, ha messo il luce che mangiare poco protegge il cervello dalle malattie neurodegenerative, come Alzheimer e Parkinson.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La dieta ipocalorica rallenta l’invecchiamento