Halloween, attenzione a incidenti e allergie

Halloween: affinché la festa non diventi macabra a tutti gli effetti, attenzione a non incappare in piccoli incidenti o allergie di vario tipo

Federico Mereta

Federico Mereta Giornalista Scientifico

Halloween, dolcetto o scherzetto? La festa più mostruosa dell’anno sta diventando la più amata e attesa dai bambini di tutto il mondo. Italia compresa, dove sta soppiantando addirittura il Carnevale.

Anche i nostri bimbi aspettano con ansia la notte del 31 ottobre per potersi mascherare nella maniera più paurosa possibile e sfogarsi, per una sera senza limitazioni, con dolci e caramelle. Attenzione, però, perché proprio nei travestimenti e dolciumi possono nascondersi rischi e piccoli potenziali incidenti. Affinché la festa non diventi macabra a tutti gli effetti, ecco alcune accortezze da osservare.

Halloween, attenzione ai costumi e al buio

I costumi non debbono essere eccessivamente lunghi e con strascichi, per evitare il bimbo inciampi e possa cadere. Non debbono aggrovigliarsi e ripiegarsi, ma soprattutto non debbono essere infiammabili. E se la sera di “dolcetto o scherzetto” sono previste passeggiate per bussare alle porte dei vicini di casa e magari attraversamenti di strade poco illuminate, meglio mettere giubbotti ben visibili o magari strisce che migliorino la visibilità di chi le porta. E poi, date sempre ai bimbi un cellulare, in modo che possano essere rapidamente reperibili ed eventualmente recuperabili in caso di problemi o difficoltà. Sono solo alcuni dei consigli che vengono dagli specialisti dell’American Academy of Pediatrics, rilanciati in occasione della festa che sta interessando sempre di più i piccoli e, di conseguenza, mettendo in guardia le mamme.

Halloween, pericolo allergie: attenzione a maschere e dolcetti

Sul fronte dei composti che possono entrare in contatto con la pelle “sensibile”, qualche tempo fa è giunto un richiamo da parte degli studiosi dell’American College of Allergy, Asthma and Immunology, espressamente dedicato a tutti i bambini che soffrono di allergia ed in particolare di asma bronchiale. Per questi ultimi, infatti, la raccomandazione degli esperti è di evitare le maschere, soprattutto se possono bloccare la respirazione e quindi trasformarsi in trappole se ostruiscono il passaggio dell’aria. Attenzione però: il pericolo maggiore è legato proprio ai dolciumi che vengono offerti, in buonissima fede, ai più piccoli. In questo caso occorre fare attenzione alle allergie alimentari, sempre più diffuse. In Italia i pazienti che soffrono di allergie alimentari di età compresa fra 0 e 18 anni sono in totale circa 570.000, di cui 270.000 fra 0 e 5 anni e 180.000 fra 10 e 18 anni. I rischi sono legati soprattutto agli allergeni presenti nelle caramelle o nei dolcetti utilizzati per il classico “dolcetto o scherzetto”: in particolare bisogna prestare attenzione a noci e frutta a guscio, con rischi legati anche ad arachidi e sesamo. I semi di zucca invece non dovrebbero creare particolari problemi, perché non rappresentano un allergene particolarmente diffuso dalle nostre parti. Ovviamente a patto che non siano “incrociati” con altri semi durante l’assunzione.

Halloween, rischio allergie: occhio a trucchi, acari, lattice e nichel

Tra i moniti degli esperti, l’attenzione si concentra in particolare sul rischio che i trucchi usati per rendere davvero “spaventevole” il volto del bimbo possano scatenare una reazione di tipo allergico. Per questo, l’indicazione che viene da oltre oceano è di testare prima il possibile “make up” infantile su un lembo di pelle (va benissimo il braccio), per vedere che non si creino arrossamenti, prurito o altri fastidi che possano in qualche modo far pensare ad una dermatite. Oltre a questo, occorre prestare attenzione alla possibile presenza di acari della polvere, o addirittura muffe, in vestiti o parrucche in affitto. Bisogna anche ricordare che i potenziali rischi per chi soffre di allergia si nascondono anche in elementi completamente “insospettabili”, come il lattice o comunque alcuni tipi di gomma che possono essere presenti nelle maschere o nei costumi, oltre che nei palloncini o negli oggetti decorativi. Infine, non sottovalutate per chi è a rischio la presenza del nichel. Questa forma di allergia è tra le più diffuse e la sostanza non si trova solamente all’interno della bigiotteria o di altri strumenti metallici che possono essere utili per “agghindarsi” e fare paura. Ci sono infatti allergie da nichel che possono svilupparsi anche dopo ingestione di particolari alimenti, ad esempio derivati del caco, che sono particolarmente ricchi della sostanza. Insomma: anche dietro il “dolcetto” si può nascondere uno “scherzetto” per la salute di cui si farebbe a meno. Ma la prevenzione aiuta mamma e papà a non correre rischi. Fate in modo che i piccoli non consumino caramelle “sconosciute” che non riportano indicazioni sulla preparazione e sugli ingredienti. I genitori debbono offrire ai bambini solamente dolci sicuri e anallergici. Parola di esperti dell’American College of Allergy, Asthma and Immunology.

Federico Mereta

Federico Mereta Giornalista Scientifico Laureato in medicina e Chirurgia ho da subito abbracciato la sfida della divulgazione scientifica. Raccontare la scienza e la salute è la mia passione, perchè credo che la conoscenza sia alla base di ogni nostra scelta. Ho collaborato e ancora scrivo per diverse testate, on e offline.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Halloween, attenzione a incidenti e allergie