Fare la doccia può essere nocivo per la nostra salute?

Un'intera famiglia di microbi potrebbe vivere e proliferare nella tua doccia

Quando si fa la doccia, capita che il tempo sia davvero troppo poco per goderla appieno, causa impegni, fretta ed impegni ad orari sempre più ravvicinati. 

Altre volte, la impagabile voglia di dedicarsi a noi stessi, ci permette di concederci lunghissimi pit stop “a tu per tu” con l’acqua calda, bollicine, bagnoschiuma e creme profumate. In ogni caso, qualunque sia il tempo a disposizione, è difficile che prima di entrare nell’amato box delle coccole, ci si soffermi ad osservare il soffione della doccia. 

Pare proprio che questo, spesso, contenga una sorpresa non troppo piacevole, derivata da una pulizia non corretta. Quando ci dedichiamo alle faccende casalinghe quotidianamente, siamo sicuri che la pulizia della nostra casa, in particolar modo quella dei servizi, sia sempre impeccabile e che l’ambiente sia lindo e disinfettato a dovere. 

In realtà non è proprio così, perché in questo caso il problema non è la noncuranza ma, piuttosto, i prodotti utilizzati.  Secondo uno studio dell’Università del Colorado, effettuato su quasi settecento famiglie tra americani ed europei, la maggior parte dei soffioni della doccia sono ricoperti da depositi, microbi: un vero e proprio ecosistema interno ed esterno allo stesso. 

Non parliamo di batteri “buoni” che difendono il nostro organismo, come quelli dell’intestino, della bocca, che ci aiutano, amichevolmente, a digerire alcuni cibi, a produrre energia, a regolarizzare il metabolismo. I micobatteri del soffione sono degli agenti patogeni, che potrebbero portare a problematiche davvero importanti come le infezioni polmonari, soprattutto quando questi proliferano in luoghi più caldi. 

Lo studio, infatti, ha evidenziato che le zone con più alta concentrazione di micobatteri da soffione, siano, attualmente, proprio la California e New York.

Non si parla ancora di complicazioni o di contagi, però l’attenzione va ugualmente posta sui soggetti con un sistema immunitario più debole, che tendono ad ammalarsi spesso.

I ricercatori, comunque, hanno distinto tra soffioni in metallo e plastica, notando una differente percentuale di concentrazione dei microbi. Infatti, il metallo risulta essere più favorevole alla proliferazione, soprattutto se puliti costantemente con prodotti disinfettanti a base di acqua e cloro. 

Un’attenzione in più ci potrebbe salvare da problemi di salute ben più grossi. Il consiglio degli esperti è, infatti, quello di disinfettare almeno una volta a settimana il bagno, pulendo a fondo e non limitandosi solo ai sanitari, ma dedicandosi anche alle tende della doccia. Il soffione, invece, merita un lavaggio particolare: l’aceto viene considerato considerato, da sempre, un ottimo purificante e disinfettante.

Fare la doccia può essere nocivo per la nostra salute?