Diabete tipo 2, se soffri di mal di testa sei meno a rischio

Un ampio studio condotto da due università europee ha trovato un collegamento tra le emicranie frequenti e il rischio di diabete

Il mal di testa potrebbe ridurre il rischio di diabete di tipo 2 secondo un nuovo studio condotto dai ricercatori delle università di Parigi e Berlino (sotto la guida di Fabrice Bonnet e Guy Fagherazzi) e pubblicato su Jama Neurology.

Cos’è il diabete di tipo 2? È la forma di diabete più frequente, tipica dell’età matura e caratterizzata da una duplice caratteristica: non viene prodotta una quantità d’insulina sufficiente a soddisfare le esigenze dell’organismo, oppure l’insulina prodotta non agisce in modo opportuno. Come conseguenza, si ha un aumento dei livelli di glucosio nel sangue ma – a differenza di quanto succede nel diabete di tipo 1 – per chi ne soffre l’iniezione d’insulina esterna non è di vitale importanza. Ed è, questo tipo di diabete, influenzato da fattori ambientali ed ereditari, oltre che spesso presente nelle persone obese o in sovrappeso. 

Per il loro studio, i ricercatori hanno preso in esame 1000 donne nate tra il 1925 e il 1950, e hanno ricavato i dati da un’approfondita indagine (l’Etude Epidémiologique Auprés des Femmes de la Mutuelle Générale de l’Education Nationale). Dal 1992 al 2011, le donne sono state sottoposte ad approfonditi questionari a cadenza annuale o biennale, e sono state così divise in tre gruppi: nessuna storia di emicrania, emicrania in corso ed emicrania nell’anno precedente. Le loro risposte sono poi state incrociate coi dati del Servizio Sanitario Francese, per valutare se avessero o meno acquistato farmaci contro il mal di testa. E, il risultato dello studio, è stato proprio questo: esiste un legame tra mal di testa e iperglicemia. In particolare, se in una persona obesa che soffre di emicrania gli attacchi di mal di testa si riducono, si alza il rischio di diabete; al contrario, se l’emicrania persiste il rischio rimane basso.

Prima che il diabete di tipo 2 si manifesti, si assiste ad un progressivo aumento dei livelli di glicemia e – quando giunge la diagnosi di diabete – l’emicrania si è già ridotta per frequenza. I meccanismi biologici alla base di questa relazione, però, sono ancora tutti da spiegare.

Diabete tipo 2, se soffri di mal di testa sei meno a rischio