Diabete aumenta il rischio cancro: ecco quali tumori

Le donne diabetiche hanno il 27% di probabilità in più di sviluppare un tumore. Per gli uomini la percentuale si abbassa al 19%

Nuovi dati sulla correlazione tra diabete e tumore. Studi su oltre 20 milioni di individui dimostrano come le donne corrano maggiori rischi degli uomini.

Nuovi dati sono stati pubblicati sulla correlazione tra diabete e cancro. Nello specifico sono stati effettuate delle maxi revisioni su ben 47 ricerche pubblicate in merito, fino a superare quota 20 milioni di individui coinvolti nel processo di ricerca. Un lavoro condotto da Sanne Peters, del George Institute for Global Health, dell’Università di Oxford, e pubblicato dalla rivista Diabetologia.

Essere costrette a confrontarsi con il diabete vuol dire, per le donne, avere ben il 27% di probabilità in più di sviluppare un tumore rispetto ad altre donne non diabetiche. Una percentuale che, pur restando alquanto alta, va abbassandosi negli uomini, con un rischio maggiore del 19%.

Una disparità tra uomini e donne che è riscontrabile anche negli studi condotti esclusivamente tra diabetici. In questi casi si è potuto confermare un rischio tumorale maggiore nelle donne, pari al 6%. Nel mondo le persone colpite sono 415 milioni, con 5 milioni di decessi registrati l’anno. A soffrire di diabete, in Italia, sono 3.5 milioni di cittadini.

La correlazione con il cancro era stata indicata già in passato, ma ora tali statistiche aiutano a comprendere la gravità della situazione. Il legame potrebbe essere dato dagli sbalzi glicemici, che potrebbero generare dei danni al Dna cellulare, predisponendo di conseguenza l’organismo al tumore.

I maggiori rischi appartengono dunque alle donne, con Peters che spiega come la condizione ‘pre-diabete’ (ridotta tolleranza al glucosio), vissuta dal sesso femminile, possa avere un peso notevole nelle percentuali evidenziate. Gli uomini manifestano la propria condizione molto più in fretta, mentre per le donne esiste tendenzialmente un’attesa di due anni.

In merito si è espresso anche Francesco Purrello, presidente della Società Italiana di Diabetologia: “Occorre avere ben chiara la potenziale gravità del diabete, che oggi possiamo prevenire e curare in maniera molto più efficace che in passato. La condizione necessaria però è che vengano implementati i modelli organizzativi di gestione della malattia”.

Nello specifico, ecco le forme di cancro maggiormente correlate al diabete: ai reni, con l’11% di rischio in più, alla bocca, con il 13% in più negli uomini, allo stomaco, con il 14% in più, e leucemia, con il 15% in più.

Diabete aumenta il rischio cancro: ecco quali tumori