Crampi: cause, sintomi e rimedi

I crampi alle gambe, soprattutto quelli notturni, possono essere un disturbo davvero fastidioso. Ecco come rimediare

I crampi alle gambe sono delle contrazioni muscolari involontarie o veri e propri spasmi. Quelli più comuni sono quelli che si presentano dopo un’intensa attività fisica. Se ti capita di avere dei crampi al polpaccio o crampi ai piedi, tra i più frequenti nelle ore notturne, non preoccuparti, ci sono molti modi per farli passare e spesso si tratta di disturbi che non hanno cause preoccupanti, fatta eccezione per casi rari dove possono essere legati a diabete e arteriopatie periferiche.

Tipi di crampi

I crampi alle gambe colpiscono i muscoli volontari scheletrici, quelli che si estendono tra due ossa e sono connessi da tendini e fibre nervose. Per quanto riguarda le tipologie di questo doloroso disturbo si può parlare di crampi idiopatici e crampi secondari. Dei primi non è possibile risalire alla causa che ha causato l’insorgere dei crampi, mentre nel secondo caso sono presenti delle cause sottostanti.

Crampi idiopatici

Con il nome di crampi idiopatici si intendono quelli la cui origine non è chiara. Principalmente si pensa che, nel caso di crampi alle cosce o alle gambe, notturni, l’origine sia un’anomala attività nervosa, che porta a contrazioni muscolari anomale. Se il crampo è improvviso potrebbe esserci un legame con la circolazione; in pratica si ha un minore afflusso di sangue alle zone doloranti. Nei soggetti anziani i crampi sono più frequenti, a causa dell’accorciamento dei tendini.

Crampi secondari

Quando senti parlare di crampi secondari, devi sapere che si tratta di una tipologia di disturbo che deriva da una condizione sottostante ben riconoscibile. Quelle più comuni sono la gravidanza (il pancione fa aumentare la pressione sui muscoli delle gambe), il troppo esercizio fisico o condizioni neurologiche particolari. Alla base dei crampi secondari ci sono anche infezioni, malattie epatiche, intossicazioni (da batteri o da sostanze nocive) o disidratazione.

Quali sono le cause dei crampi?

I crampi notturni colpiscono soprattutto gli arti inferiori e si presentano con dolori intensi e improvvisi. Le cause alla loro origine sono di solito legate a uno sforzo fisico intenso, ma anche la gravidanza e un clima particolarmente caldo possono essere elencati tra le cause dei crampi a polpacci e cosce. Anche l’età avanzata è una causa da non sottovalutare. Riassumendo i crampi sono causati da:

  • sforzo fisico;
  • età;
  • gravidanza;
  • caldo;
  • diabete e arteriopatie.

Perché i crampi sono più frequenti d’estate?

Perché vengono i crampi notturni con maggiore frequenza, quando il clima si fa più caldo? Il legame tra le due situazioni non è chiaro, ma ci sono degli studiosi che l’hanno legato a un aumento della disidratazione. In pratica quando il corpo ha sete si verifica una perdita di magnesio e potassio, connessa con la perdita di liquidi e sali minerali. Se ti piace fare dello sport anche quando fa veramente caldo è bene seguire alcune regole per prevenire il presentarsi dei crampi.

Come evitare che insorgano i crampi

Quando i crampi alle gambe sono di tipo secondario, per trattarli devi agire sulla loro causa, talvolta anche facendo ricorso a farmaci tradizionali. Per tutti gli altri casi la soluzione è molto più semplice, come spiegano gli esperti del Centro Medico Humanitas. Se ti piace fare camminate veloci per tenerti in forma, segui delle regole per mantenerti idratato e le tue gambe ti ringrazieranno. Chi soffre soprattutto di crampi notturni può trovare giovamento in una breve e leggera attività fisica prima di dormire, per esempio una camminata o fare della cyclette.

Cosa fare quando si ha un crampo

I crampi alle gambe sono dolorosi e appena se ne presenta uno non si vede l’ora che passi. Appena il dolore si presenta devi stirare il muscolo. Se il dolore è al polpaccio stendi la gamba e piega il piede verso l’alto, in modo che le dita siano rivolte verso il tuo mento. Adesso cammina sui talloni per qualche minuto e il dolore dovrebbe passare. Puoi anche massaggiare il muscolo indolenzito con la mano o con una borsa del ghiaccio. Cammina e muovi la gamba oppure fai una doccia calda e il dolore passerà. Se soffri di crampi notturni aggiungi frutta e verdura alla tua dieta. Le melanzane sono dei killer per i crampi notturni.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Crampi: cause, sintomi e rimedi