Cos’è la listeriosi. Sintomi, cure e come prevenirla

La listeriosi è una malattia causata dal batterio Listeria monocytogenes e viene trasmessa con il consumo di alimenti contaminati. Ecco a cosa fare attenzione.

La recente notizia che il Ministero della Salute ha disposto il ritiro di un lotto di Porchetta di Ariccia IGP perché contaminato da Listeria monocytogenes ha sollevato l’interesse verso sintomi e cura della listeriosi, infezione che da questo batterio deriva.

Il batterio Listeria monocytogenes è estremamente pericoloso dal momento che la listeriosi, malattia infettiva che provoca, nelle sue manifestazioni più aggressive può essere letale per soggetti deboli, come anziani, persone debilitate, neonati e donne in gravidanza.

I sintomi più comuni sono: febbre, brividi, mal di testa, dolori muscolari e articolari, torcicollo, perdita di equilibrio, convulsioni, nausea e disturbi intestinali. Mentre nelle forme più gravi dà luogo a setticemia, encefalite e meningite. Se colpisce donne incinta può causare aborto spontaneo, parto prematuro, morte del feto e malattie a carico del neonato. La listeriosi viene curata con un trattamento a base di antibiotici.

Generalmente si entra in contatto il batterio Listeria consumando cibi che lo contengono, come carne cruda, prodotti caseari non pastorizzati, pesci e ortaggi trasformati e pronti al consumo, cibi conservati male. Il contagio può avvenire anche attraverso attrezzature, frigoriferi e superfici contaminati o il contatto con animali infetti.

Alle categorie più a rischio, come le donne in gravidanza, per prevenire il contagio, si consiglia di mettere in atto una serie di accortezze come: evitare consumare latte crudo, formaggi a pasta molle, prodotti caseari ottenuti con latte non pastorizzato, carni crude (anche al sangue o poco cotte), salumi e insaccati, pesce affumicato o crudo (si pensi a salmone affumicato, sushi e sashimi) e frutti di mare.

Visto che il batterio non sopravvive al calore, i cibi già pronti vanno riscaldati ad alte temperature. La frutta e la verdura devono essere pulite scrupolosamente (anche la verdura in busta già pronta). Attenzione poi a lavare accuratamente le mani prima e dopo aver maneggiato cibi crudi e pulite bene gli utensili usati con quei cibi. Controllate che il frigorifero sia pulito e che gli alimenti siano conservati alla giusta temperatura. Gli alimenti di origine animali devono essere ben cotti anche all’interno. I cibi deperibili lasciati a temperatura ambiente per più di due ore, vanno buttati.

Cos’è la listeriosi. Sintomi, cure e come prevenirla
Cos’è la listeriosi. Sintomi, cure e come prevenirla