Cos’è e come si affronta la degenerazione maculare

La degenerazione maculare della retina può causare problemi alla vista anche gravi: come riconoscerla per agire in tempo

Federico Mereta Giornalista Scientifico Laureato in medicina e Chirurgia ha da subito abbracciato la sfida della divulgazione scientifica: raccontare la scienza e la salute è la sua passione. Ha collaborato e ancora scrive per diverse testate, on e offline.

Arrivare presto, in medicina, è un modo per affrontare al meglio eventuali problemi. Purtroppo non siamo sempre in grado di recepire i segnali, magari scarsi o sottovalutati, che il corpo ci invia. Ma dobbiamo prestare attenzione ai nostri organi, che a volte soffrono in silenzio, con un danno che piano piano si fa sempre più significativo. Volete un esempio? Pensate alla degenerazione maculare della retina.

A volte non crea alcun problema nelle fasi iniziali, ma questo non significa che non si possa creare un danno. Per questo occorre il controllo regolare dall’oculista. I potenziali segnali da cogliere sono diversi: ad esempio una macchia al centro del campo visivo, che non consente di leggere, scrivere o riconoscere le persone, o ancor prima la sensazione di vedere una linea retta che progressivamente diventa curva. Se la vista comincia a lanciare segnali d’allarme di questo tipo, non dimenticate di andare presto dall’oculista.

Cosa succede in caso di lesione

A rischio di degenerazione maculare della retina in termini generali sono soprattutto le persone che soffrono di diabete, sono ipertese o fumano. La lesione a livello della macula col tempo determina la riduzione grave della funzione visiva centrale cioè della visione nitida degli oggetti e dei colori creando disturbi soprattutto alla lettura ed al lavoro per vicino. La visione periferica viene invece conservata.

Registrati a DiLei per continuare a leggere questo contenuto

Bastano pochi click (ed è totalmente gratuito)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cos’è e come si affronta la degenerazione maculare