Collo da tablet, il dolore alla cervicale è un’epidemia: chi è a rischio

Dolore alle spalle e alla cervicale: il collo da tablet è sempre più diffuso ed è diventato un'epidemia

Il collo da tablet è un problema sempre più diffuso, caratterizzato da un intenso dolore alla cervicale che mette a rischio il nostro benessere.

Ribattezzato iPad neck, presenta dei sintomi ben precisi, come fastidio intenso al collo, sensazione di indolenzimento alle spalle e una sensazione generale di malessere. Tutto deriva da un uso prolungato di tablet o smartphone che ci costringono ad assumere una posizione sbagliata, con conseguenze per la nostra salute. A rischio, secondo alcuni studi, sono soprattutto le donne, quasi il doppio rispetto agli uomini a soffrire di questo disturbo.

Il dolore solitamente si presenta quando si trascorrono ore ad utilizzare un dispositivo, mantenendo una postura sbagliata. Spesso infatti si è seduti a terra o su una sedia, con il tablet o lo smartphone posato sulla panca o sulle gambe. In questo modo si va incontro ad una rigidità di collo, braccia, testa e schiena. A correre il pericolo maggiore sono appunto le donne, che presentano una statura più piccola e una forza muscolare minore che le spinge ad assumere delle posizioni estreme per molto tempo.

Come risolvere il problema? Per prima cosa è importante rinforzare i muscoli delle spalle e del collo con degli esercizi quotidiani, da eseguire anche a casa. Un altro aiuto può arrivare da un supporto lombare e uno da tavolo, per posizionare lo schermo del tablet all’altezza degli occhi ed evitare sforzi per la colonna vertebrale. In questi casi la tecnologia ci dà una mano, grazie ad app e dispositivi che consentono di assumere una postura corretta.

Infine è fondamentale monitorare il tempo di utilizzo dei dispositivi elettronici, soprattutto quando a sfruttarli sono adolescenti e bambini. Per non affaticare il collo bisognerebbe fare una pausa di 15 minuti ogni due ore, anche per riposare gli occhi sempre più spesso affaticati dalla luce blu dello schermo.

Collo da tablet, il dolore alla cervicale è un’epidemia: chi è...