Colesterolo alto, arriva l’iniezione che lo riduce del 70%

La ricerca fa passi avanti per quel che riguarda la lotta al colesterolo: in futuro delle iniezioni ogni 4-6 mesi potrebbero essere la soluzione.

In occasione del recente Congresso Nazionale della Società Italiana di Medicina Interna (SIMI) si è discusso di una nuova tipologia di farmaci anticolesterolo, gli oligonucleotidi antisenso.

Questi medicinali sono in grado di bloccare l’azione dei geni che causano l’accumulo di colesterolo LDL, il cosiddetto colesterolo “cattivo”. Sono in atto negli Stati Uniti delle sperimentazioni per testarne l’efficacia, ma dai primi risultati pare che una iniezione ogni 4-6 mesi potrebbe essere un’efficace terapia contro il colesterolo, alternativa a quella a base di statine. I test hanno finora dimostrato che è possibile ridurre fino al 70% trigliceridi e colesterolo in eccesso peraltro con costi più contenuti rispetto ad altre terapie in uso e con minori effetti collaterali delle statine.

Va ricordato che il colesterolo LDL è fra i fattori dell’insorgere di malattie cardiovascolari, per cui si tratta di un aspetto da non sottovalutare. I cardiologi e gli esperti mettono in guardia da un livello di colesterolo cattivo troppo alto, affermando che è consigliabile non superare i 100 mg/dl, meglio ancora se il livello di colesterolo LDL si attesta entro 70-100 mg/dl.

L’alimentazione gioca un ruolo chiave nella formazione e nella lotta contro il colesterolo e le malattie cardiache. Oltre alla classica raccomandazione di limitare drasticamente il consumo di grassi di origine animale, è bene sapere che consumare un pasto a base di pesce fresco almeno due o tre volte alla settimana è una sana abitudine che aiuta a tenere basso il livello di colesterolo LDL. In particolare andrebbe consumato il pesce azzurro, essendo ricco di acidi grassi e di omega 3, sostanze che hanno il potere di abbassare i trigliceridi nel sangue e ridurre il rischio di malattie cardiache. Via libera anche a frutta, verdura e cibi ricchi di fibre, fondamentali per tenere i livelli di colesterolo sotto controllo.

Colesterolo alto, arriva l’iniezione che lo riduce del 70%
Colesterolo alto, arriva l’iniezione che lo riduce del 70%