Cancro, dieta ipoglicemica e metformina uccidono le cellule tumorali

Nuova scoperta scientifica per combattere il cancro. La dieta ipoglicemica abbinata alla metformina blocca le cellule tumorali

Un’alimentazione povera di zuccheri e l’assunzione di metformina sono le armi migliori per combattere il cancro.

È la recente scoperta di un gruppo di ricercatori italiani, i cui risultati sono comparsi sulla rivista scientifica ‘Cancer Cell’. Alla guida di questo studio c’è Saverio Minucci, dell’Istituto Europeo Oncologico, che si dice soddisfatto dei risultati e annuncia che presto potrà essere avviata la sperimentazione clinica sui pazienti.

L’abbinamento di metformina, un farmaco utilizzato per contrastare il diabete di tipo II, e di un’alimentazione a basso indice glicemico, si è rivelata vincente nei confronti del cancro. Grazie all’introduzione di questi due fattori, infatti, le cellule tumorali arrestano la loro crescita.

Ma le buone notizie non finiscono qui. Oltre a sostenere la ricerca e le scoperte scientifiche, è ormai certo che possiamo prevenire l’insorgere di certe patologie anche grazie ad uno stile di vita sano.

Come fare prevenzione nella vita quotidiana?

Oltre ad adottare una dieta povera di zuccheri e a base prevalentemente vegetale, possiamo introdurre nell’alimentazione cibi e superfood con proprietà benefiche, ad esempio il peperoncino ottimo per il cuore, la digestione e anche la linea. Non solo, per contrastare problemi cardiovascolari e invecchiamento delle cellule, è bene portare in tavola anche alimenti ricchi di Omega 3 come pesce, semi oleosi e frutta secca.

Anche l’attività fisica dovrebbe avere un ruolo fondamentale nella nostra quotidianità. I benefici saranno visibili sia nel corpo che nella mente. Lo sport aiuta infatti ad ossigenare cellule e tessuti contrastando l’insorgere di malattie. Ma è importante scegliere in modo ragionato l’allenamento a cui dedicarsi, valutando la nostra età, il tipo di attività preferita e anche la frequenza più adatta a noi.

Tra i principali fattori che causano malattie all’interno del nostro organismo, c’è anche lo stress. In particolare, a risentire dei nostri ritmi frenetici, è spesso il tratto esofageo, dove hanno sede numerose cellule nervose. Ma possiamo imparare a contrastare anche questi effetti nocivi con esercizi di respirazione, yoga o meditazione.

Chi di noi non si sentisse adatta alle discipline orientali, può trovare il proprio stile e modalità di pratica. L’Anukalana Yoga, ad esempio, è una delle ultime interessanti novità e si adatta alle esigenze di chi lo pratica. È perfetto per chi non ha mai provato lo yoga, ma vuole avvicinarsi gradualmente a questa disciplina.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cancro, dieta ipoglicemica e metformina uccidono le cellule tumor...