Bronchiolite: sintomi, cure, cause

La bronchiolite è una patologia che colpisce i bambini sotto i 2 anni e che può rivelarsi molto grave se non viene curata

Con l’arrivo del freddo e le temperature rigide aumentano i casi di bronchiolite.

Si tratta di un’infezione delle vie respiratorie che solitamente colpisce i bambini e che può rivelarsi molto pericolosa se non viene curata nel modo giusto. I soggetti maggiormente a rischio sono i piccoli sotto i due anni, dove spesso si crea un’ostruzione dei bronchi causata dal catarro. Il picco della malattia solitamente si registra nel periodo fra dicembre e febbraio, quando l’infezione colpisce migliaia di bambini, diventando endemica.

Per prima cosa è importante prevenire la bronchiolite mettendo in atto alcune semplici precauzioni. Evitate il contatto dei piccoli sotto i due anni con i fratelli più grandi o gli adulti raffreddati, bandite il fumo e lavatevi le mani ogni volta che lo prendete in braccio. In questo modo limiterete il rischio che il bambino venga contagiato dal virus contraendo l’infezione.

Quali sono i sintomi della bronchiolite? Solitamente i segnali della patologia sono piuttosto evidenti e sono quelli tipici dell’influenza che colpisce gli adulti: rinite, febbre, tosse e difficoltà respiratorie. Spesso nei bambini sotto i due anni (quelli più a rischio) si verifica anche una ipossiemia, ossia una diminuzione dell’ossigeno nel sangue, seguita da una disidratazione causata dallo sforzo respiratorio. Nei piccoli con un’età inferiore alle 6 settimane o prematuri si registra invece un elevato rischio di apnea, per questo vanno tenuti sotto controllo costantemente i parametri cardiorespiratori.

Come si cura la bronchiolite? Il virus causa una ostruzione dei bronchi che vengono invasi dal catarro. Per questo motivo è fondamentale liberare le vie aeree attraverso dei lavaggi nasali. Inoltre gli esperti consigliano di effettuare il più a lungo possibile l’allattamento al seno, per rafforzare le difese immunitarie dei bambini. Se si verificano difficoltà respiratorie o se i sintomi si aggravano è fondamentale recarsi immediatamente al pronto soccorso. Il segnale più preoccupante riguarda il colorito cianotico intorno alle labbra e sulle dita delle mani: in questo caso un intervento tempestivo è essenziale per preservare la salute del bambino.

Bronchiolite: sintomi, cure, cause