Acqua Santa Croce ritirata dai negozi. Il ministero: “Non bevetela”

Un lotto di acqua Santa Croce è stato ritirato dal commercio e il Ministero ha invitato i consumatori a non berla.

Il ministero della Salute lancia una nuova allerta, predisponendo il ritiro dai negozi di un lotto di acqua Santa Croce.

L’acqua oligominerale è stata ritirata dagli scaffali dei supermercati di tutta Italia dopo che il dicastero ha diffuso un comunicato ufficiale. Secondo quanto riportato sul sito del Ministero, si tratta di bottiglie in vetro da un litro.

Il lotto incriminato è il numero  con scadenza a marzo 2020 ed è stato realizzato nello stabilimento Sorgente Fiuggino-Canistro, in provincia dell’Aquila. Secondo gli esperti del ministero l’acqua Santa Croce contenuta in queste bottiglie presenta “particelle in sospensione da caratterizzare”. Per questo il dicastero ha invitato i consumatori a non berla e a riconsegnarla presso il negozio in cui è stata acquistata, per ricevere un immediato rimborso in denaro o un buono.

Anche la Santa Croce srl ha disposto in via precauzionale e preventiva il ritiro dal commercio dell’intero lotto. Il Ministero ha comunque precisato che gli altri lotto sono sicuri e non sono risultati pericolosi per la salute. Non è la prima volta che alcuni prodotti vengono ritirati dal mercato, per via della presenza di sostanze potenzialmente dannose. Qualche tempo fa a destare preoccupazione era stata un’epidemia del batterio Listeria, rinvenuto all’interno di diversi lotti di minestrone surgelato Findus e in seguito anche nel prosciutto cotto Fiorucci Quanto Basta.

Poco dopo il Ministero della Salute aveva disposto il ritiro del tonno pinne gialle surgelato, per via della presenza di istamina in quantità elevate. In tutti i casi i lotti incriminati erano stati tolti dai supermercati e ne era stata vietata la vendita. In attesa di ulteriori sviluppi sulla vicenda e di un’altra comunicazione da parte del dicastero, i consumatori che hanno acquistato l’acqua Santa Croce dovrebbero visionare il numero del lotto e, in caso si tratti di quella contaminata, riportarla presso il punto vendita.

Acqua Santa Croce ritirata dai negozi. Il ministero: “Non b...