Temperatura basale

La temperatura corporea della donna in età fertile varia di 3-6 decimi di grado a seconda della fase del ciclo, essendo mediamente più bassa durante la prima metà del ciclo e mediamente più alta durante la seconda .
La temperatura si può misurare sia per via rettale che per via orale, usando un apposito termometro con una minore escursione termica (in vendita in farmacia), per cui risulta più facilmente leggibile.

La misurazione va effettuata ogni mattina alla stessa ora, prima di alzarsi dal letto e di fare qualsiasi altra cosa (cioè in condizioni basali, sempre uguali). Segnando la temperatura su un grafico (che si trova nella confezione dell’apposito termometro), si dovrebbe riscontrare un innalzamneto della temperatura media nella seconda fase del ciclo.

Si possono avere rapporti liberi a partire da 3 giorni dopo il rialzo termico, indicativo dell’avvenuta ovulazione.
Esistono anche dei sistemi in cui il termometro è collegato ad un piccolo computer  che memorizza il grafico della temperatura e dà segnalazioni di colore diverso: in rosso i giorni fertili, in giallo i giorni non sicuri, in verde i giorni sicuri.

La contraccezione naturale : 
I metodi naturali 
Metodo Ogino-Knaus  
Metodo Billings  
Rilevazione del periodo fecondo

 

Fonte:

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Temperatura basale