Metodi naturali

Si tratta di metodi che, con vari sistemi, individuano i giorni corrispondenti alla "finestra fertile": evitando i rapporti sessuali in quei giorni dovrebbe essere possibile evitare una gravidanza. Per "finestra fertile" si intendono i giorni fertili del ciclo femminile, corrispondenti al giorno dell’ovulazione e ai 5 giorni precedenti ad esso: infatti, mentre l’ovulo ha una sopravvivenza di un solo giorno, gli spermatozoi, una volta penetrati nei genitali femminili, possono vivere fino a 5 giorni. Benché i giorni centrali del ciclo siano – probabilisticamente parlando – i più fertili, un recente studio ha messo in evidenza che tutti i giorni del ciclo, con maggiore o minore probabilità, potrebbero ricadere nella finestra fertile.

Pro: assenza di controindicazioni ed effetti collaterali; questi metodi sono gli unici approvati dalla Chiesa Cattolica. Contro: non sono semplici né comodi da utilizzare; è necessario un periodo di prova di qualche mese, per prendere dimestichezza con il metodo ed osservare le caratteristiche del proprio ciclo; difficili e poco sicuri da utilizzare quando il ciclo è irregolare; vi possono essere fattori confondenti (la temperatura può alzarsi perché si ha la febbre, le perdite vaginali possono aumentare o cambiare caratteristiche in presenza di un?infezione); i sistemi che utilizzano i computer, per quanto più sicuri, sono piuttosto costosi; i rapporti liberi si possono praticare solo da dopo l?ovulazione in poi (circa 12-13 giorni al mese): negli altri giorni bisogna astenersi o usare altri contraccettivi; la sicurezza non è elevata, nemmeno quando questi metodi vengono usati correttamente. 

I metodi naturali:  
Metodo Ogino-Knaus 
Temperatura basale  
Metodo Billings  
Rilevazione del periodo fecondo 

 

Fonte:

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Metodi naturali